Export alimentare: Cia, Italia solo al 15° posto ma potenziale 70 miliardi

salumi-tavolata
Nei quattro angoli del pianeta i consumatori attribuiscono grandi apprezzamenti per il cibo italiano: “The best”, per molti, per una cena gratificante, per far bella figura con gli ospiti, e per fare un dono di prestigio. Ma se la reputazione è alta, secondo un’analisi sui commenti web – presentata dallo Studio Valdani e Vicari insieme alla Cia-Agricoltori Italiani, Ice, Gambero Rosso Internazional, e Centro Studi Anticontraffazione  a Roma presso la Stampa Estera – i numeri dell’export sono bassi e, come sottolineato dal presidente della Cia Dino Scanavino “gli stranieri non conoscono il 95% dei prodotti agroalimentari made in Italy, un vero e proprio scrigno di tesori nascosti di cui appena una dozzina sono di chiara fama”.
Del resto, ha osservato Enrico Valdani, responsabile dello studio Valdani e Vicari, “il 64% dell’export agricolo nel mondo è animato da 15 Paesi. Quelli che esportano di più sono, nell’ordine: Stati Uniti, Olanda, Brasile, Germania e Francia. L’Italia è solo al quindicesimo posto, anche dopo il Belgio che ha un numero di abitanti pari a quelli della Lombardia. Mentre siamo al settimo posto come Paese importatore. Ciò significa che dobbiamo conquistare i mercati esteri cambiando strategia e facendo sistema”.
Un fare squadra e sistema che, secondo il presidente della Cia Scanavino, “permetterà di sbloccare un potenziale da 70 miliardi di euro di export. Ma non si può più puntare solo sul ‘Km zero’; stiamo relegando le nostre produzioni alla vendita nei mercatini rionali, che complessivamente generano un fatturato sotto 1,5 miliardi di euro. E’ miope non guardare all’obiettivo 70 miliardi”. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.