Export: Coldiretti, alimentare da record ma 60mld di falsi

salumi 2
Con un aumento record che 3% l’agroalimentare vola verso un nuovo record nel 2015 e traina la ripresa del made in Italy all’estero, anche se l’agropirateria pesa per 60 miliardi. E’ quanto emerge da un’ analisi della Coldiretti, sulla base dei dati Istat relativi al primo bimestre. Nonostante la congiuntura sfavorevole in alcuni Paesi come la Russia, dove vige l’embargo dall’8 agosto scorso, l’agroalimentare italiano all’estero è in crescita rispetto ai 34,3 miliardi registrati nel 2014, con i 2/3 realizzato verso i paesi dell’Unione Europea. Il prodotto made in Italy più esportato è il vino, precisa la Coldiretti, seguono l’ortofrutta, la pasta e l’olio di oliva. Con questi risultati sul commercio estero l’agroalimentare si conferma una leva competitiva determinante per far uscire l’Italia dalla crisi, sottolinea la Coldiretti, ma il vero nemico sono le imitazioni low cost dei cibi nazionali che non hanno alcun legame con il sistema produttivo del Paese. Pesante il bilancio dell’agropirateria internazionale sui prodotti italiani, conclude la Coldiretti, con quasi 2 prodotti alimentari di tipo italiano su 3 che sono falsi, dal Chianti californiano alla soppressata calabrese, dai pomodori San Marzano fino al Prosecco, dal Crotonese ma anche il Parmesan la cui produzione ha superato quella del Grana Padano e del Parmigiano Reggiano.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.