Export, Conflagri in Turchia per sblocco piante Made in Italy

Missione di successo quella compiuta da Confagricoltura in Turchia per sbloccare l’export di piante e arbusti ornamentali made in italy e riallacciare i rapporti commerciali tra i due Paesi. Lo fa sapere Francesco Mati, presidente della sezione economica florovivaistica dell’organizzazione agricola, sottolineando che questi prodotti vengono sistematicamente stoppati alla frontiera turca, impedendo l’esportazione in un importante mercato che, negli ultimi 3 anni ha registrato una crescita del 60%, passato da 8.140.349 milioni di euro a 13.561.256 nel 2011. “Nell’incontro con i responsabili del ministero dell’Agricoltura, del settore fitosanitario e delle dogane turchi – spiega Mati – abbiamo chiarito i motivi che hanno portato all’intensificazione dei controlli sulle merci italiane che portavano a lunghe giacenze e ritardi nelle consegne; verrà quindi creata una commissione che servirà a fare chiarezza sulle metodologie di laboratorio e l’interpretazione dei risultati, ma occorrerà anche monitorare l’impatto dell’apertura turca, avendo massima cura e rispetto delle norme nelle spedizioni”. Il presidente, infine, sottolinea come ,in questa lunga fase di crisi, la Turchia sia un importante mercato di sbocco che i produttori italiani non possono permettersi di perdere.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.