Export da primato per i salumi italiani


Record storico per le esportazioni di salumi italiani, che nel 2011 hanno per la prima volta sfondato quota 1 miliardo di euro (1 miliardo e 40 milioni), con un incremento del 7 per cento in valore e dell’11 per cento in quantità (138mila tonnellate). Il saldo commerciale del settore ha così registrato una crescita del 7,6 per cento, arrivando a 875 milioni di euro. Il dato è stato diffuso questo pomeriggio a Roma, al convegno organizzato dall’Assica (associazione industriale carni e salumi aderente a Confindustria), da Ivsi e da Isit, “Carni e salumi: un potenziale di crescita per il paese”. “Un dato molto importante in un momento di contrazione della domanda interna, di crescita di costi produttivi e di difficoltà di accesso al credito. Un dato – ha ammonito il presidente di Assica, Lisa Ferrarini – che rende ancora più urgente rimuovere quei vincoli commerciali che non ci permettono di esprimere tutto il nostro potenziale”. Secondo l’associazione, infatti, se venissero eliminate le barriere veterinarie e tariffarie esistenti si potrebbero realizzare ogni anno 250 milioni di euro di esportazioni in più. Attualmente la maggioranza dei paesi extra Ue, che rappresentano il 21 per cento del totale delle esportazioni italiane, adotta divieti all’importazione di carni suine che colpiscono in particolare prodotti a media/breve stagionatura come i salami e le carni non lavorate. Si stima che questi divieti comportino un danno per vendite mancate pari a 18 milioni di euro solo negli Usa.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.