Export formaggi +6,15% su inizio 2011

A tavola il made in Italy e’ sempre una garanzia. I prodotti italiani sono sempre molto apprezzati, nonostante la continua battaglia contro le contraffazioni alimentari, nemici principali delle produzioni d’eccellenza del nostro Paese. Secondo gli ultimi dati Istat, il settore a crescere maggiormente e’ quello dei formaggi e latticini, che a inizio 2012 registra, rispetto all’anno precedente, un ottimo +6,15% nelle esportazioni, corrispondente a 19.735 tonnelllate per un valore totale di 138 milioni di euro.
Gia’ nel 2011 le imprese italiane hanno esportato piu’ di 282.000 tonnellate di formaggi, per un valore che ha sfiorato i 2 miliardi di euro e con un aumento significativo in volume (+3,8%) e in valore (+15,1%) rispetto al 2010. Le prospettive, quindi, sono molto buone.
Di particolare rilievo gli aumenti fatti registrare dai formaggi freschi (in particolare Mozzarella, Mascarpone e Ricotta) cresciuti in volume del 6,2% e in valore del 10,2%, da Grana Padano e Parmigiano Reggiano (+0,6% in volume e 20,6% in valore), il Gorgonzola (7,9% in volume e 13% in valore) e dai formaggi grattugiati (5,6% in volume e 22,3% in valore). Buoni risultati infine nel settore del Provolone (+2,5% in volume) e dei formaggi molli come la Crescenza, lo Stracchino e le Robiole, cresciute del 22%. I formaggi freschi e i latticini, unitamente a Grana Padano, Parmigiano Reggiano, Pecorino, Gorgonzola e Provolone, concorrono per il 75% dei volumi delle esportazioni La destinazione dei formaggi e latticini italiani, sempre osservando i dati di inizio 2012, e’ per lo piu’ europea: primo cliente risulta essere la Francia, seguita da Germania, Stati Uniti, Gran Bretagna, Svizzera, Spagna, Belgio, Austria, Lussemburgo, Paesi Bassi e Giappone. I consumatori europei, ma anche i paesi mondiali apprezzano dunque il prodotto tipico italiano, in particolare il nostro latte, la cui produzione e’ concentrata per lo piu’ in Pianura Padana, ( qui si produce il 70% del latte nazionale) con epicentro in Lombardia, che da sola ne produce il 40%.
Il punto di incontro per tutti i professionisti del settore non puo’ che essere, al centro del settore produttivo piu’ importante in Italia, alla Fiera Internazionale del Bovino da Latte, in programma dal 25 al 28 ottobre 2012 alla Fiera di Cremona. Sara’ l’occasione per analizzare a fondo- spiega una nota – “tutti gli aspetti del settore a livello mondiale: economico, strategico, politico e scientifico, grazie anche ad un programma di appuntamenti che come ogni anno si preannuncia ricco di iniziative rivolte a tutta la filiera”. (AGI)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.