Export salumi I semestre, +6% volume, +4% valore. Boom negli Usa

prosciutto 1Considerevole crescita per le esportazioni di salumi italiani nel primo semestre 2015. Secondo i dati elaborati da Assica (Associazione industriali delle carni e dei salumi) su base Istat, gli invii di prodotti della salumeria italiana hanno raggiunto quota 74.067 tonnellate (+5,9%), per un valore di 614,6 milioni di euro (+3,9%). A determinare questa crescita – rileva Assica – è stata la domanda dei partner comunitari, resa molto forte da circostanze eccezionali che hanno fatto volare le esportazioni di prosciutto cotto verso la Spagna, “ma comunque positiva e solida anche al netto di questo exploit”. Un contributo importante – prosegue Assica – è arrivato anche dallo straordinario risultato degli Usa (+20,8% in quantità e +25,9% in valore). Un successo quello statunitense che non è bastato a compensare il rallentamento di alcuni importanti partner emergenti, nonché le difficoltà legate all’inasprimento delle barriere non tariffarie in primis l’embargo Russia. Nel complesso dei primi 6 mesi dell’anno infatti la domanda dei Paesi terzi è apparsa debole in termini di volumi. Nel corso del semestre l’import ha registrato una lieve crescita in quantità (+1,5% per 24.725 ton) ma una contrazione in valore (-2,5% per 89,6 milioni di euro). Il dato – aggiunge Assica – deve però essere valutato con cautela in quanto risente di un errore nelle importazioni di prosciutti cotti dal regno Unito nel 2014, correggendo il quale si registrerebbe una crescita importante in quantità a fronte della medesima variazione nei valori. Il saldo commerciale del settore ha registrato un importante incremento (+5,1%) per 525 milioni di euro. “I dati confermano che l’export è un traino irrinunciabile per la crescita del settore. Questo risultato è, anche, una ulteriore riprova di quanto i nostri salumi siano apprezzati nel mondo. Ma siamo consapevoli che potrebbero esserlo ancora di più. L’esistenza di barriere non tariffarie sta infatti impedendo al nostro settore di avvantaggiarsi pienamente delle circostanze eccezionali legate al momento economico che stiamo vivendo”, ha affermato Nicola Levoni, presidente di Assica. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.