Fabbricati rurali: Cia, bene rinvio nel Milleproroghe


E’ un atto doveroso e indispensabile che risponde alle esigenze di migliaia di agricoltori. Così la Cia, Confederazione italiana agricoltori commenta il provvedimento che dovrebbe essere contenuto nel decreto ‘Milleproroghe’, con il quale si prevede il rinvio fino a fine 2012 del termine per effettuare la variazione catastale dei fabbricati rurali. Senza tale proroga -ribadisce la Cia- tantissimi agricoltori vedrebbero sfumare la possibilità di regolarizzare i propri fabbricati rurali nelle categorie A/6R per gli abitativi e D/10 per gli strumentali. L’approvazione nel “Milleproroghe” eviterebbe, di fatto, il contenzioso con molti comuni che si stanno preparando per dare battaglia sull’Ici degli ultimi 5 anni. Con la manovra economica modificata in Parlamento, infatti, si era venuta a creare una situazione paradossale, aggravata -avverte la Cia- dal fatto che il testo originario rimandava al 31 marzo 2012 il termine per la regolarizzazione di questi fabbricati. Da qui l’esigenza -sostiene la Cia- di rivedere il provvedimento per assicurare agli agricoltori i tempi giusti per operare una regolarizzazione non richiesta dal mondo agricolo ma imposta dalla giustizia tributaria. La Cia, quindi, saluta con soddisfazione la riapertura dei termini con il decreto “Milleproroghe”, un’esigenza più volte sottolineata al governo. Ora bisogna però intervenire sull’Imu e anche sugli aumenti degli estimi catastali sui terreni agricoli.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.