Fao: il calo di ottobre non frena la corsa dei prezzi

Il calo del 4% dei prezzi alimentari a ottobre non ferma la loro corsa: il rincaro rispetto al 2010 resta elevato, +5%. E la crisi finanziaria internazionale ne accentua la volatilità. Lo segnala la Fao nel suo Food Outlook pubblicato oggi. All’origine della flessione di ottobre il calo accentuato dei prezzi internazionali di cereali, olio, zucchero e latticini; di minore entità il calo della carne. La maggior parte delle commodity agricole potrebbero mantenersi su questi livelli di prezzi, dopo i picchi dei mesi scorsi. Nel caso dei cereali, per i quali è atteso un raccolto record nel 2011, il livello dei prezzi è relativamente fermo, indica ancora il Report. Nel 2011 Food Outlook della Fao prevede una produzione-record di cereali pari a 2.325 milioni di tonnellate, il 3,7 per cento sopra alle stime dell’anno; +6,0% per la produzione di frumento, +3,4% per il riso. Secondo le previsioni, il consumo alimentare di cereali si manterrà al passo con la crescita della popolazione, circa 153 kg per persona. Il prezzo internazionale dei cereali ha registrano una flessione in ottobre, ciononostante resta più alto del 5% rispetto allo scorso anno, già al livello più alto, segnala il report Fao. Food Outlook della Fao segnala prezzi in “estrema volatilità”, in analogia con l’instabilità finanziaria dei mercati. Gli alti prezzi del cibo sono dovuti alla pressione dei Paesi in via di sviluppo che hanno visto il loro import salire alle stelle nell’ultimo anno, indica il report, per un costo complessivo vicino a 1,3 miliardi di dollari quest’anno. Le scorte mondiali di cereali prevedono un incremento del 3,3 per cento, a 507 milioni di tonnellate nel 2012; il fabbisogno di cereali per il 2011-2012 dovrebbe avvicinarsi al 22%, leggermente superiore al 2010-2011. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.