Fao: mercati alimentari più equilibrati, prezzi meno volatili

grano
I mercati dei prodotti alimentari stanno ritrovando un certo equilibrio, con prezzi del cibo meno volatili rispetto gli anni passati, grazie al miglioramento degli approvvigionamenti e alla riformazione degli stock cerealicoli mondiali. E’ quanto rileva il rapporto sulle prospettive alimentari reso noto oggi dalla Fao. “I prezzi della maggior parte dei prodotti alimentari di base sono scesi negli ultimi mesi. Ciò è dovuto all’aumento della produzione e all’aspettativa che nella stagione corrente avremo un’offerta più abbondante, migliori disponibilità per l’esportazioni e riserve più elevate”, afferma David Hallam, Direttore della Divisione commercio e mercati della Fao. La forte crescita della produzione cerealicola del 2013 è ricollegabile al miglioramento dei raccolti negli Stati Uniti e a un raccolto record di grano nei Paesi della Comunità degli Stati indipendenti (Csi). Nel 2013 è invece prevista una crescita modesta della produzione mondiale di riso. L’aumento delle riserve mondiali di cereali si tradurrà in un rapporto utilizzo-riserve mondiali di circa il 23%, molto al di sopra di quel 18,4%, minimo storico raggiunto nel 2007/08. Per quanto riguarda il consueto indice dei prezzi alimentari mensile della Fao, ad ottobre ha registrato un leggero rialzo, raggiungendo una media di 205,8 punti, 2,7 punti (o 1,3%) in più rispetto a settembre 2013 ma 11 punti (5,3%) in meno rispetto ad ottobre 2012. Il leggero aumento è dovuto principalmente all’aumento dei prezzi dello zucchero. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.