Fao: nel 2013 prevista produzione cereali +7%, e’ record

campo spighe di granoLa produzione cerealicola mondiale nel 2013 aumentera’ di circa il 7% rispetto allo scorso anno, incremento che aiutera’ a ricostituire le scorte globali e aumentare le aspettative per mercati piu’ stabili nel 2013/14.
Lo riferisce l’ultimo rapporto trimestrale della Fao Crop Prospects and Food Situation (Prospettive dei Raccolti e Situazione Alimentare, ndt) pubblicato oggi. L’aumento porterebbe la produzione mondiale di cereali a 2.479 milioni di tonnellate, un nuovo livello record. La Fao stima adesso la produzione cerealicola mondiale nel 2013 intorno a 704 milioni di tonnellate, un incremento del 6,8%, che recupera abbondantemente la riduzione dell’anno passato e rappresenta un massimo storico. La produzione mondiale di cereali secondari nel 2013 e’ prevista intorno a 1.275 milioni di tonnellate, una forte crescita (9,7%) rispetto al 2012. La produzione mondiale di riso nel 2013 si prevede aumentera’ dell’1,9% per raggiungere i 500 milioni di tonnellate, sebbene le prospettive siano ancora molto provvisorie. Si stima che le importazioni di cereali dei Paesi a Basso Reddito con Deficit Alimentare per il 2013/14 aumenteranno di circa il 5% rispetto al 2012/13, per soddisfare la crescente domanda. L’Egitto, l’Indonesia e la Nigeria, in particolare, si prevede importeranno volumi maggiori. Nel mese di giugno i prezzi internazionali del grano sono leggermente diminuiti, in coincidenza con l’inizio della stagione dei raccolti nell’emisfero settentrionale. Per contro, i prezzi del mais sono aumentati, a ragione di una continuata scarsita’ dell’offerta. I prezzi all’esportazione del riso sono rimasti generalmente stabili. Il rapporto si concentra sugli sviluppi che riguardano la situazione d’insicurezza alimentare nei paesi in via di sviluppo. Nella sua analisi dei punti caldi, il focus evidenzia Siria (nel 2013 la produzione di grano e’ scesa sotto la media per l’escalation del conflitto civile che ha pesantemente gravato sulle attivita’ agricole), Egitto (disordini sociali e calo delle riserve di valuta estera sollevano serie preoccupazioni per la sicurezza alimentare), Africa centrale, occidentale e orientale. E infine Madagascar e Repubblica Democratica Popolare di Corea. In totale, sono 34 i paesi che necessitano di assistenza alimentare, di cui 27 in Africa. (AGI)

Tags: ,

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.