Fao: sì alle biotecnologie nei paesi poveri

Le biotecnologie per l’agricoltura sono state messe in secondo piano dalla troppa enfasi posta sugli Ogm, e’ arrivato il momento di investire sul biotech soprattutto nei Paesi poveri per aumentare la produzione agricola. E’ quanto emerso dalla Conferenza tecnica della Fao sulle biotecnologie agricole nei Paesi in via di sviluppo che si e’ tenuta a Guadalajara, in Messico. Secondo la Fao le innovazioni biotecnologiche possono contribuire in modo significativo a far raddoppiare la produzione alimentare entro il 2050, obiettivo che permettera’ di sfamare i 9 miliardi di persone che entro quella data popoleranno il pianeta. L’agenzia Onu cita, tra le innovazioni che hanno avuto positive ricadute sulla produttivita’, alcune varieta’ ibride di riso in Africa che hanno fatto raddoppiare il raccolto, l’impiego dell’inseminazione artificiale per incrementare la produzione di latte dei bovini in Bangladesh e l’uso di metodi basati sul Dna per individuare le malattie dei gamberetti in India.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.