Fedagri: crediti Iva per 500 mln. nel comparto lattiero caseario

“Un problema imponente che se non risolto alla radice rischia di diventare la caporetto della competitività della nostra filiera”. Così Fedagri-Confcooperative interviene in merito al problema dei mancati pagamenti da parte dello Stato dei crediti Iva nei confronti delle aziende del comparto lattiero-caseario. I crediti sono dovuti alla differenza tra l’Iva che le aziende pagano sul latte avuto in conferimento (10%) e quella che incassano quando vendono formaggi e prodotti trasformati (4%). “L’ammontare del credito è ormai significativo – spiega Tommaso Mario Abrate, presidente del Settore Lattiero-Caseario di Abrate – ed è quantificabile intorno all’8% del fatturato delle aziende. Se si considerano le 950 cooperative lattiero-casearie italiane che hanno un fatturato di circa 8 miliardi di euro, il credito Iva è stimabile intorno ai 500 milioni di euro”. La soluzione obbligata resta il ricorso alle banche, con l’aggravio del costo aggiuntivo degli interessi e addirittura della fidejussione. Per questo motivo Fedagri sta raccogliendo un dossier per documentare le dimensioni del problema e sollecitare le necessarie soluzioni. “Questo dei crediti Iva è un problema tutto italiano – conclude Abrate – che impedisce alle imprese di avere liquidità e risorse per realizzare investimenti e competere ad armi pari con gli agguerriti concorrenti esteri”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.