Federalimentare: 2014 finito calo consumi, 2015 sarà svolta

spaghettiIl 2014 si è archiviato con note promettenti per l’industria alimentare italiana. Dopo 6 anni di flessione, si arresta infatti la caduta dei consumi alimentari degli italiani, attestatisi a 215 miliardi di euro (+0,0%). Positiva inoltre la produzione dell’agroindustria (+0,6%). E cresce anche l’export (+3,1%), pur se a velocità ridotta rispetto al passato. I dati sono stati diffusi da Federalimentare in occasione della presentazione del bilancio 2014 e delle prospettive 2015. Il presidente di Federalimentare, Luigi Scordamaglia, si attende un 2015 ancora migliore per l’impulso che verrà da Expo, “occasione imperdibile per raccontare al mondo il nostro modello agroalimentare”, ma lancia l’appello a “sostenere adeguatamente la ripresa, altrimenti potrebbe essere stroncata sul nascere. Il calo di Euro e greggio e il miglioramento del credito per le famiglie e le imprese sono incentivi importanti di sviluppo, ma non sufficienti per un sistema povero di capacità auto-propulsive”. Secondo il Centro Studi Federalimentare, il 2015 si annuncia brillante per l’industria di settore, dovrebbe infatti consolidarsi la crescita dei consumi (+0,6%), produzione (+1,2%) e l’export (+6%), dando una vera spallata alla crisi. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.