Federalimentare, giusto no più frutta in bibite

bibita“Riteniamo che la proposta sia stata giustamente bocciata, così da evitare un altro colpo grave a un Made in Italy fatto di aziende di ogni dimensione e da molti marchi storici italiani”. Lo afferma il presidente di Federalimentare Filippo Ferrua Magliani in merito alla bocciatura da parte della Commissione Politiche dell’Ue della Camera dell’emendamento del Pd alla legge comunitaria che porta al 20% il minimo di frutta (attualmente il 12%) nelle bevande analcoliche a base di frutta prodotte e commercializzate in Italia. “Riteniamo opportuno chiarire – sottolinea Federalimentare – che la proposta si riferisce alle bibite a base di succo e non ai succhi di frutta 100% a cui si continua a fare impropriamente richiamo”. “E’ una proposta boomerang – conclude Ferrua – che penalizza le imprese che producono per l’industria e quelle che riforniscono direttamente un mercato finale nel quale i consumatori possono già scegliere bibite con diversi percentuali di succo in base ai propri gusti. I prodotti italiani piacciono, hanno mercato e già impiegano più del doppio del succo rispetto alla media Ue, e lo indicano chiaramente in etichetta”. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.