Federalimentare, stop querelle su materie prime Quelle italiane non sufficienti

raccolta-grano”Correre dietro al concetto di un made in Italy fatto solamente con materie prime di provenienza italiana è un concetto antistorico e impossibile da realizzare”. Lo ha detto all’ANSA Filippo Ferrua, presidente di Federalimentare, a margine di un convegno Aidepi, precisando la posizione della federazione sulla questione aperta da tempo. ”E’ inutile che continuiamo a ripeterlo, serve solo a creare polemiche anche sul fronte delle esportazioni”, ha precisato Ferrua, nel sottolineare che l’Italia non ha materie prime alimentari sufficienti per coprire tutte le produzioni italiane. Del resto il presidente considera irrealizzabile anche poter riportare nell’etichetta dei prodotti la provenienza delle materie prime, pur rispettando il desiderio del consumatore di avere maggiori informazioni su quello che mangia. ”E’ un problema di natura tecnico-produttiva – ha spiegato il presidente – le aziende alimentari comprano materie prime da più fonti; hanno poi delle mescolanze di queste provenienze all’interno dei prodotti stessi; se dovessimo separarle, dovremmo fermare le produzioni per cambiare l’incarto su uno stesso prodotto e avremmo dei costi di produzione maggiori che poi andrebbero a ricadere sui consumatori”. (ANSA)

Un Commento in “Federalimentare, stop querelle su materie prime Quelle italiane non sufficienti”

Trackbacks

  1. Federalimentare, stop querelle su materie prime...

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.