Federcopesca fa ricorso contro il regolamento Ue sui controlli

Federcoopesca-Confcooperative fa ricorso contro il Regolamento comunitario sui controlli nel settore della pesca, entrato in vigore per alcune misure gia’ il 1 gennaio scorso. Lo ha annunciato il presidente dell’associazione Massimo Coccia, spiegando che l’obiettivo dell’azione legale al tribunale di primo grado dell’Unione europea e’ ”far si’ che venga rivisto un regolamento troppo oneroso per gli operatori, difficilmente applicabile e limitativo per la liberta’ di impresa”. Sono sette le motivazioni che hanno spinto la Federcoopesca a scegliere la strada del ricorso contro il Regolamento n.1224/2009: doppio sistema di controllo a bordo con le medesime funzioni, che portera’ un ulteriore onore finanziario a carico dei pescatori; gravose operazioni telematiche dei dati (giornale di bordo elettronico) e notifica dell’arrivo dell’imbarcazione quattro ore prima dell’ingresso in porto; sorveglianza e ispezioni; oneri del controllo a carico degli operatori; trasferimento della responsabilita’ agli armatori (licenza a punti); sospensione del fondi comunitari (Fep) in caso di mancati controlli da parte degli Stati membri e la necessita’ di una maggior coerenza giuridica. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.