Federvini: bene le vendite nel 2010 cresciute dal 3 all’8%

Positivi andamento e i dati di vendita 2010 sul mercato dei vini: si va dal 3% all’8% a seconda delle categorie. Lo si legge in una nota di Federvini, l’associazione che rappresenta vini, aperitivi, liquori e distillati. “Abbiamo registrato un rilancio sui mercati di prodotti importanti per la tradizione italiana: Moscato, Prosecco, Spumante e vini di qualita’ in generale” dice il presidente di Federvini Lamberto Vallarino Gancia. “E’ il segno piu’ importante – spiega – di una fiducia dei consumatori che si consolida a conferma del buon operato del comparto nel corso degli ultimi anni.
Nonostante una produzione dimezzata nel corso degli ultimi dieci anni, la bilancia resta in attivo grazie ad un passaggio sostanziale del mercato che punta decisamente sulla qualita’ dei prodotti legati alle eccellenze del nostro territorio. In estrema sintesi in Italia si beve di meno ma si beve meglio che significa, essere riusciti a convincere i consumatori sull’importanza di un bere sano e piu’ responsabile”. I dati della recente ricerca Nielsen che ha monitorato il mercato dei consumi alcolici dal 2006 al 2010 conferma la tendenza verso una maggiore moderazione.
A tal proposito Gancia nota, “rileviamo una diminuzione dei consumi nelle discoteche e una crescita negli ambiti piu’ tradizionali come la famiglia, in compagnia di amici e nelle occasioni speciali come il Natale. Un certo cambiamento dei costumi sociali, come l’affermazione dell’happy hour e degli aperitivi, ha determinato una crescita dei bianchi leggeri e frizzanti. L’UNESCO ha riconosciuto il modello di consumo moderato come elemento essenziale di una corretta alimentazione ed ha premiato la ‘Dieta Mediterranea’ come patrimonio immateriale dell’Umanita’. Sono anni che Federvini – precisa ancora Gancia – sostiene l’importanza della diffusione e della divulgazione dello Stile Mediterraneo fondato sulla cultura della convivialita’, socialita’ e moderazione, elementi indispensabili per la formazione delle buone abitudini di consumo e nella prevenzione dei fenomeni di abuso. Da qui nasce l’impegno di tutto il comparto in un’azione di comunicazione responsabile rivolta soprattutto ai giovani che costituiscono il segmento piu’ sensibile dove concentrare gli sforzi anche nel futuro”. Secondo la ricerca Nielsen “Il Consumo di Alcolici in Italia”, 2006-2010, il trend generale e’ una flessione dei consumi sia per sesso che per eta’, anche se risulta nettamente diminuita la percentuale di donne che consumano alcolici. Il dato che emerge pero’ con maggiore forza e’ la flessione dei consumi durante la settimana unitamente all’intensita’ del consumo: non piu’ di un bicchiere per singola occasione, per oltre il 50% dei consumatori. Nei giorni di festa per il 70% dei consumatori prevale il consumo di un solo bicchiere. A bere sono per lo piu’ gli uomini nelle fasce di eta’ 35-54 anni. Risulta comunque un consumo sobrio che si concentra per lo piu’ durante la cena o l’aperitivo e che si limita ad una sola “bevuta”. Perde forza il “bere per lo sballo” la discoteca non e’ piu’ il luogo sovrano del consumo, i giovani hanno adottato un bere moderato, prestando piu’ attenzione alle quantita’ e alla differenziazione di cio’ che bevono soprattutto se sanno di dover guidare: il 98% evita di bere alcolici pesanti se sa di dover guidare; l’88% evita totalmente di bere se sa di doversi mettere al volante e il 95% evita di associare diversi tipi di alcoli. (AGI)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.