Fermo pesca 2011: giovedì la decisione

Si sta delineando lo schema di decreto ministeriale per l’attuazione del fermo pesca 2011 con calendario e aree stop, dopo l’inserimento delle risorse finanziarie nella manovra. Il prossimo appuntamento è per giovedì 14 luglio con la Commissione consultiva centrale, dove verrà sottoposta la proposta ministeriale illustrata ieri nella riunione che si è tenuta presso la Direzione generale pesca del mipaaf. Lo riferisce all’ANSA la Federcoopesca-Confcooperative, riportando le tre ipotesi oggi al vaglio: fermo continuativo da Trieste a Bari dal 1 agosto al 30 settembre, con un premio alle imprese per 44 giorni lavorativi (esclusi sabato, domenica e festività nazionali); fermo continuativo da Brindisi ad Imperia dal 30 settembre al 29 ottobre, con un premio per 21 giorni lavorativi; fermo per Sicilia e Sardegna secondo le indicazioni contenute nei rispettivi piani di gestione (almeno 30 giorni continuativi) mediante provvedimenti regionali. In particolare, informa l’associazione, nell’area tra Trieste e Bari il ministero proporrà un fermo tecnico di almeno 1 giorno a settimana (il venerdì) da attuarsi nelle otto settimane successive all’arresto temporaneo. Il ministero, riporta l’associazione, sta inoltre studiando il modo per poter a effettuare periodi di fermo supplementare, con l’eventuale coinvolgimento delle Regioni interessate. Infine, per quanto riguarda la Cigs, il governo dovrebbe garantire le risorse necessarie per garantire agli equipaggi i relativi trattamenti di integrazione del reddito. (ANSA)

Un Commento in “Fermo pesca 2011: giovedì la decisione”

  • Francesco scritto il 17 luglio 2011 amdomenicaSundayEurope/Rome 10:46

    Ma come nessuno fà niente per gli abusivi-si pesca ovunque si crede opportuno anche dentro i porti,migliaia e migliaia di chilimetri di rete dico abusivamente e nessuno fà niente ?
    per mè è una cosa gravissima e sarebbe giunto il momento di mettere ordine.-
    <Potrebbero inventarsi dei volontari per la gestione del controllo e segnalamento alle Autorità preposte.-
    La licenza a punti per chi non rispetta le regole-sequestro del pescato e natanti per i senza licenza.-

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.