Festa della donna: mimose in arrivo, prezzi in calo


Produzione e prezzi in calo per la mimosa, fiore-simbolo della Festa della donna, stabili i consumi, afferma la Cia, confederazione italiana agricoltori, secondo la quale sono in arrivo dai 15 ai 18 milioni di ramoscelli. Il maltempo delle ultime due settimane ha tuttavia causato una flessione pari a circa un terzo della produzione. Le quotazioni pero’ non ne hanno risentito, e i prezzi pagati al produttore sono scesi di quasi la meta’ rispetto al 2010: da 9 euro a 5 euro al chilogrammo. In previsione di una produzione abbondante, il prezzo fissato nei contratti di filiera e’ stato basso: 5 euro o poco piu’ al chilo, ovvero tra lo 0,25 e lo 0,30 a stelo. Il cambio repentino del tempo ha invece impedito di raccogliere una quota tra il 29 e il 30 per cento delle fronde. Le mimose infatti – spiega ancora la Cia – sono piante particolarmente sensibili ai cambiamenti del clima. Il prezzo all’origine pero’, e’ rimasto quello gia’ prefissato, non ci sono i presupposti per prevedere ulteriori rincari nelle vendite al dettaglio. Anzi, ogni nuovo incremento sarebbe ingiustificato. La mimosa venduta in ramoscelli, come avviene tradizionalmente per l’8 marzo, costa normalmente dai 5 ai 10 euro, valori comunque molto lontani da quelli riconosciuti agli agricoltori, sottolinea la Cia. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.