Fieragricola: si entra nell’era delle ‘macchine fantasma’, eviteranno pericoli in zone disagiate

trattore in bilico
Fieragricola inaugura l’era delle ‘macchine fantasma’, progettate per lavorare in condizioni estreme in assoluta sicurezza per un operatore che, infatti, guida il veicolo a distanza. Sembra un videogioco, ma è la realtà che i visitatori della 111 edizione di Fieragricola hanno trovato allo stand della Mdb di Lanciano. L’oggetto avveniristico è una macchina radiocomandata per la manutenzione del verde. Il nome del mezzo è mini green climber, versione ridotta (1,3 metri di lunghezza e 1,3 metri di larghezza) di un modello più grande. “La missione è produrre di più e meglio – sintetizza il presidente di Veronafiere, Ettore Riello – rispettando l’ambiente e riducendo i costi di produzione, spada di Damocle con la quale l’agricoltura italiana deve fare i conti, in uno scenario sempre più globale”. Le imprese agricole italiane, secondo l’Ue, sono già sulla buona strada, considerato che solo il 5,4% delle emissioni inquinanti del nostro Paese provengono dall’agricoltura. Una media ben al di sotto di quella europea, che si aggira intorno al 10 per cento. La sostenibilità è la cifra stilistica di Fieragricola 2014. In salsa hi-tech, come si coglie visitando i nove padiglioni di Veronafiere, ma anche per il primo manifesto della chimica verde, illustrato da Sofia Mannelli, presidente di Chimica Verde Bionet, e che sarà presentato al ministero delle Politiche agricole, dell’Ambiente e alla Commissione Agricoltura del Parlamento europeo. Le opportunità di crescita del settore sono incoraggianti: si prevede infatti che entro il 2030 in Europa il 30% della produzione di composti chimici sarà bio-based, che il 25% dell’energia per i trasporti e che il 30% dell’energia elettrica e termica sarà generato dalla biomassa. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.