Filiera avara per chi lavora nei campi


“Piange il cuore vedere pesche e cocomeri svenduti a pochi cent, sono gli ultimi casi di una filiera agroalimentare che non funziona, dove c’è chi ci guadagna e chi ci perde e gli agricoltori sicuramente ci perdono, con costi alla fine sempre superiori ai ricavi”. Lo dice all’ANSA il presidente della Copagri, Franco Verrascina, puntando il nido su una “filiera avara con chi lavora nei campi” e remunerativa invece per l’industria e la distribuzione commerciale. “Se siamo deboli sul mercato – aggiunge Verrascina – è anche colpa nostra – di organizzazioni di prodotto che non funzionano a dovere perché sono gestire da funzionari e non dagli spessi produttori, come invece dovrebbe essere. E questo vale anche per le cooperative”. “Da questa manovra mi aspettavo di più per l’agricoltura – prosegue Verrascina – Il governo deve capire che il nostro settore è fondamentale all’economia del Paese. In prospettiva di un crescente aumento della domanda di cibo, non possiamo permetterci di essere dipendenti su questo fronte, sarebbe peggio che esserlo sul petrolio. Se non si fa una serie politica agroalimentare saremo sempre in questo circolo vizioso dove i costi per noi superano i ricavi. Un’etichettatura estesa a tutti i prodotti e veramente esaustiva darebbe più forza al prodotto italiano perché c’è ancora troppo prodotto straniero in quello che viene indicato come made in Italy. E non ci aiuta certo il fatto che gran parte dell’industria alimentare italiana sia passata in mano straniera”. Verrascina si dice tuttavia confortato dal fatto che di fronte a questa situazione critica l’agricoltura stia reagendo in modo unitario. “Tutte le quattro principali organizzazioni agricole – rivela il presidente Copagri – stanno lavorando da settimane per predisporre un documento comune sulle proposte relative alla nuova politica comunitaria agricola in corso di definizione. Dovrebbe essere pronto prima degli Stati generali del settore organizzati dal ministro Romano per il prossimo novembre”.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.