Finanziaria: cosa prevede il maxiemendamento per l’agricoltura

Proroga delle agevolazioni contributive per le imprese agricole delle aree sottoutilizzate e di montagna (scadute lo scorso 31 luglio), confermate le agevolazioni fiscali per i coltivatori diretti e gli imprenditori agricoli professionali che acquistano terreni agricoli. E’ questo tutto quello che il maxiemendamento al ddl stabilita’ prevede per l’agricoltura ai commi 48, 51 e 53 dell’art.1. Poco per le organizzazioni agricole, ”sufficienti” per il ministro dell’agricoltura Giancarlo Galan. A irritare gli agricoltori l’interpretazione del combinato disposto dei commi 53 e 51. Il primo stabilisce il rinnovo della proroga delle agevolazioni contributive a partire dal primo agosto 2010 senza apporvi un termine mentre (il che potrebbe far pensare a una stabilizzazione della misura come chiedono da sempre le organizzazioni agricole) ma il comma 51 prevede una copertura finanziaria (86 milioni) solo per l’anno 2010. Insomma la proroga e’ certa e finanziata solo per sei mesi. Quasi una beffa. Quanto alle misure a favore della ”piccola proprieta’ contadina” queste prevedono agevolazioni fiscali (relativamente alle imposte di registro, ipotecaria e catastale) e riduzione del 50% degli onorari dei notati per le compravendite di terreni agricoli e loro pertinenze fatti da coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.