Finanziaria: Lega Pesca, i tagli rischiano di affamare settore


“Più che legge di stabilità bisognerebbe battezzarla legge di instabilità e affamamento, i nuovi tagli rischiano di essere esiziali per il settore ittico se il governo nel maxiemendamento non provvederà ad un giro di boa”. Lo afferma il presidente di Lega Pesca, Ettore Ianì, che finora ha atteso ”un segnale di attenzione da parte del ministro Tremonti rispetto al profondo malessere della categoria”. Lega Pesca fa sapere “di essere pronta a scendere a fianco dell’azione politica di Galan, accelerando l’organizzazione di un’iniziativa unitaria volta a rilanciare interventi irrinunciabili, già portati all’attenzione del ministero dell’Economia”. L’associazione si riferisce a misure di semplificazione, come la soppressione del Registro delle Imprese di pesca, a costo zero per le casse dello Stato, alla proroga annuale del programma triennale e al varo di un fondo per avviare interventi di ristrutturazione, salvataggio e riposizionamento delle imprese per fronteggiare la crisi che ha messo in ginocchio il settore. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.