Fiori per la salute, da Bach agli ospedali

Fino ad ora c’erano i fiori di Bach, terapia della salute e cura dell’anima. Secondo il medico inglese Edward Bach, occorre una sensazione di gioia interiore e per questo certi fiori, certe miscele agirebbero sulle persone. Omeopatia, immunologia, studi di medicina : nella vita professionale di Bach che da subito pone al centro non la malattia ma il malato, i fiori si collegano alla personalita’ degli individui e cosi’ nascono preparazioni che somministrate ai pazienti danno buoni risultati. Nasce cosi’ la terapia dei fiori di Bach: per riportare equilibrio ed armonia, combattendo patologie fisiche o psichiche, organiche o spirituali, perche’ ogni malattia e’ la traduzione in sintomi di stati d’animo negativi.
I fiori scoperti e utilizzati da Bach sono 38 e sono a base di fiori selvatici, suddivisi in 7 gruppi ognuno dei quali rappresenta un determinato umore, quindi una condizione psichica diversa. Fiori adatti per chi vive nella paura (l’eliantemo, il mimolo giallo, la visciola, il pioppo tremolo e l’ippocastano rosso), nell’incertezza (il fiorsecco, il minestrone, l’avena selvatica…), per chi non prova interesse per il presente (il caprifoglio, la rosa canina, l’ulivo, l’ippocastano…), per chi vive la solitudine (la violetta d’acqua, l’impatiens, il brugo), per chi si lascia facilmente condizionare (l’agrimonio, il noce, l’agrifoglio…), per chi vive lo sconforto o la disperazione (il larice, il pino silvestre, l’olmo inglese, il castagno…), per chi si preoccupa troppo del benessere altrui (la cicoria selvatica, la verbena, la vite, il faggio, l’acqua di roccia).
Ma ora una ricerca condotta dall’Imperial College di Londra sostiene che i fiori favoriscono la guarigione per via degli effetti benefici, che hanno sulle reazioni emotive, l’umore e la memoria dei pazienti.
Insomma meglio non vietare ,come invece avviene in molti ospedali, di portare fiori ai pazienti per paura del passaggio di germi; la ricerca pubblicata sul British Medical Journal documenta quanto i fiori hanno effetti benefici sullo stato d’animo dei pazienti,che riprendendo tono ed energia, arriverebbero prima a guarire. In pratica lo studio conferma, in caso di pazienti in camere floreali, meno dolori post operatori, una pressione arteriosa piu’ bassa, ansia contenuta e piu’ vigore e meno stanchezza.

2 Commenti in “Fiori per la salute, da Bach agli ospedali”

  • google.com scritto il 7 gennaio 2014 pmmartedìTuesdayEurope/Rome 20:37

    Good blog you have here.. It’s difficult to find quality writing like yours these
    days. I honestly appreciate people like you! Take care!!

Trackbacks

  1. Fiori per la salute, da Bach agli ospedali | Con i piedi per terra

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.