Fitofarmaci: diminuisce l’uso in agricoltura


E’ diminuito dell’1% l’utilizzo di fitofarmaci in agricoltura nel 2011 rispetto al 2010 e del 3,6% negli ultimi 10 anni. Lo fa sapere Agrofarma – Associazione nazionale imprese agrofarmaci che fa parte di Federchimica, riportando i dati pubblicati dall’Istat, secondo cui a detenere il primato della distribuzione della quantità dei prodotti sono le regioni settentrionali (50,9%), seguite dal Sud (37,1%) e dal centro Italia (12%). “Sono dati che confermano una cultura agricola che va sempre più evolvendosi verso l’utilizzo intelligente da parte degli operatori del settore, di tutti i mezzi tecnici oggi a disposizione – dichiara Andrea Barella, presidente di Agrofarma – la produzione integrata, ad esempio, è emblema di un approccio che consente di impiegare agrofarmaci solo se strettamente necessario sulla base di previsioni meteo e infestazioni delle colture da parte dei parassiti”. I costanti investimenti in ricerca e sviluppo da parte delle aziende del settore pari a circa il 6% del loro fatturato, spiega l’associazione, sono segnale dell’uso di tecnologie sempre più avanzate e rispettose dell’ambiente, che hanno permesso una costante riduzione delle dosi d’impiego di questi prodotti.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.