Fitofarmaci, tumori e agricoltura di collina

Hanno ascoltato attentamente gli interventi per più di 3 ore gli oltre 300 cittadini, tra i quali erano presenti anche molti agricoltori, intervenuti al convegno organizzato dal Comune di Valdobbiadene, in collaborazione con il Co.Di.TV, per fare chiarezza sull’utilizzo dei fitofarmaci nelle pratiche agricole in collina.L’Auditorium Nicolò Boccassino era stracolmo. Presenti, oltre alle autorità, tutti i rappresentanti delle associazioni di categoria e i principali attori delle politiche agricole sul territorio: il Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg, l’Eliconsorzio, il Servizio Fitosanitario della Regione Veneto, l’O.I.V. (Organizzazione Internazionale della Vite e del Vino), l’Ulss 8 e lo Spisal Ulss7.
A suscitare il particolare interesse del pubblico sono stati i dati forniti dalle ULSS in merito all’incidenza dei fitofarmaci sullo sviluppo delle neoplasie maligne: i decessi causati dai tumori tra gli agricoltori sono di molto inferiori rispetto alle attese. Dai dati ISTAT è emerso che gli agricoltori si ammalano meno di altri lavoratori di cancro e che, la prima causa di morte continuano ad essere gli infortuni.
Su questi dati incidono in particolare: l’introduzione negli anni di normative molto rigide a tutela della salute dell’agricoltore e dell’ambiente (Es. il Registro di Campagna per monitorare l’utilizzo degli agrofarmaci), trattamenti fitoiatrici affidati a macchinari tecnologicamente avanzati a basso impatto ambientale, che abbattono la dispersione in atmosfera del prodotto, taratura degli atomizzatori e utilizzo di fitofarmaci solo se necessari. A ciò si aggiunge la “Difesa Guidata” operata da un gran numero di agricoltori con la collaborazione dei tecnici del Co.Di.TV. Un metodo di lavoro che permette di intervenire con i fitofarmaci in modo mirato e responsabile, evitando inutili eccessi nell’utilizzo del prodotto con sprechi che incidono in modo importante nel budget delle imprese agricole.
La serata si è conclusa con il dibattito che ha lasciato spazio alla richiesta di collaborazione da parte degli agricoltori che, anche con la numerosa presenza in sala, hanno dimostrato di essere attenti al tema dell’utilizzo dei fitofarmaci e di non sottrarsi alle responsabilità che derivano dalla gestione del territorio e dell’ambiente, ma che chiedono di istaurare un dialogo proficuo con la comunità che permetta loro di affrontare eventuali criticità senza incidere negativamente nel progresso delle aziende agricole. I cittadini presenti hanno dimostrato di apprezzare il dibattito aperto a tutti gli operatori del settore, improntato sulla discussione seria ed approfondita dell’argomento, fondato su dati certi e senza strumentalizzazioni di alcun tipo.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.