Fondi europei per lo sviluppo rurale 2007 2013. All’Italia sono destinati 9 miliardi

UE bandiera In Europa le aree rurali, che rappresentano oltre l’80% del territorio e in cui vivono piu’ della meta’ dei cittadini comunitari, possono contare dal 2007 al 2013 per il loro sviluppo su un contributo di 96,3 miliardi di euro, di cui almeno 31,2 sono destinati ad accelerare la convergenza degli Stati membri delle regioni in ritardo economico (il Mezzogiorno in Italia). Sono questi gli ultimi dati aggiornati dalla Commissione europea sulla ventilazione annuale dei fondi a sostegno del mondo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo delle campagne. Cosi’, in base al documento di cui l’ANSA ha avuto visione, rispetto ai 96,3 miliardi di euro destinati ai 27 stati membri, l’Italia puo’ contare globalmente dal 2007 al 2013 su 8,98 miliardi di cui almeno 3,34 miliardi dovranno essere destinati alle regioni del Sud. Nel 2006, quando la misura entro’ in vigore, quel ‘pacchetto’ di fondi per l’Italia era di 8,29 miliardi. In base ai dati aggiornati, i fondi agricoli per lo sviluppo rurale in Italia a partire da quest’anno, sono cosi’ suddivisi: 1,18 miliardi per il 2009; 1,25 mld per il 2010; 1,40 mld per il 2011; 1,42 mld per il 2012 e 1,44 mld per il 2013.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.