Fondi Ue: rapporto Olaf, in Italia molte frodi ma reagisce

Commissione Europea 2L’Italia è tra i Paesi in cui s’è registrato e perseguito il maggior numero di frodi a danno dei fondi europei. Ma è anche tra i più capaci a reagire. Un aumento di denunce, infatti, non necessariamente indica un incremento significativo dei reati, quanto piuttosto la grande efficacia dell’attività investigativa, in particolare grazie alla collaborazione con la Guardia di Finanza. E’ quanto segnala l’ultimo rapporto dell’Ufficio europeo per la lotta antifrode (Olaf) presentato oggi a Bruxelles, dal direttore, Giovanni Kessler.
Nel 2014 – si legge nel rapporto – si sono raggiunti risultati eccellenti nella lotta contro le frodi nell’Unione: un anno record con il numero di raccomandazioni più alto, ben 1417, dalla sua creazione. L’Olaf avvia, in media, il 60% di indagini in più rispetto al 2012. Solo nel 2014 ha raccomandato alle autorità nazionali della Ue il recupero di ben 901 milioni di euro, fondi che dovrebbero essere progressivamente restituiti al bilancio europeo, contribuendo a finanziare altri progetti. “Ormai la lotta alla corruzione – osserva il direttore generale dell’Olaf, Giovanni Kessler – si trova in cima nelle agende politiche di tutti i governi europei. Ciò impone, per l’Olaf, più aspettative e più responsabilità. Ora si deve abbandonare la logica nazionale, uscire dalle ‘scatole’ dei singoli Stati membri, perchè tantissime frodi ormai hanno carattere transnazionale e vanno colpite in modo adeguato”. Quanto alla collaborazione tra Olaf e gli inquirenti nazionali, Kessler ha sottolineato le grandi competenze della Guardia di Finanza: “La nostra struttura ha con la GdF una cooperazione eccellente, ormai tradizionale, che ha portato ottimi risultati. Un rapporto molto forte e proficuo che spiega anche i tanti casi di indagini. Con loro s’è stabilito un circolo virtuoso di scambi di informazioni che purtroppo non troviamo in altri Paesi”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.