Fonti rinnovabili: Confagri, indirizzi incoerenti frenano lo sviluppo


“Nelle prossime settimane sarà delineato il nuovo regime di sostegno per le fonti rinnovabili che sarà operativo a partire dal 1 gennaio 2013. E’ l’occasione per dare continuità allo sviluppo delle agroenergie e sostenere la green economy”. Lo ha sottolineato Mario Guidi, presidente di Confagricoltura, intervenendo a Rimini, nell’ambito di “Key Energy”, al convegno promosso dalla Confederazione e da Agroenergia sulla riforma dei regimi di sostegno per la produzione di energia alternativa.
“Dal 2007 – ha ricordato dal canto suo Ezio Veggia, vicepresidente di Confagricoltura con delega sull’energia – si è andata evolvendo la normativa, dando maggiore attenzione al settore agricolo. Attualmente, grazie agli investimenti diretti delle aziende agricole, si contano circa 500 MW derivanti da biomasse e biogas agricoli e 1500 MW nel fotovoltaico con una riduzione di emissioni di CO2 di circa 3 milioni di tonnellate”. Le prime indiscrezioni però che scaturiscono dai ministeri competenti non sono rassicuranti.
“Con politiche incoerenti – ha detto il presidente Guidi – si rischia di vanificare gli sforzi fatti per l’avvio delle diverse filiere agroenergetiche, strategiche per il futuro del Paese e per il raggiungimento degli obiettivi ambientali indicati dall’Europa, producendo danni enormi alle imprese agricole ed industriali, e di conseguenza all’occupazione”.
Confagricoltura, al contrario, auspica l’adozione di una nuova politica di incentivazione che rilanci il settore puntando con decisione sugli impianti collegati alle aziende agricole che utilizzano sottoprodotti, biomasse di integrazione ed in misura minore coltivazioni dedicate di primo raccolto.
Quindi il presidente Guidi si è soffermato sul dibattito sviluppatosi su food e non food: “In realtà – ha concluso – è solo un alibi per frenare un modello di sviluppo che invece ha aiutato molte aziende zootecniche a proseguire la propria attività. Ci sono tutte le condizioni per individuare adeguate soluzioni nel rispetto delle filiere agroalimentari ed agroenergetiche”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.