Forestale scova 5800 reati in primo semestre, 14 mln multe

corpo forestale 2
Il Corpo Forestale dello Stato festeggia i 192 anni e il mancato pericolo di scomparire nell’accorpamento con altre forze dell’Ordine paventato a giugno scorso in una prima bozza della riforma della Pubblica amministrazione. Per questo importante presidio alla tutela ambientale e alla lotta contro l’agropirateria, che nel primo semestre dell’anno ha accertato 5.818 reati, con 5.454 persone denunciate, 53 persone arrestate, 15.688 illeciti amministrativi riscontrati e oltre 14 milioni di euro di importi notificati, è stata invece prevista una riorganizzazione, nell’ambito del’attività di riordino che riguarda tutti gli Enti vigilati dal Ministero delle politiche agricole alimentari e mirata al risparmio nella spesa pubblica. Il riordino, peraltro, “non deve suscitare timori”, precisa il ministro Martina, intervenuto alle celebrazioni a fianco del Capo del Corpo Forestale Cesare Patrone, nella “consapevolezza del patrimonio di professionalità, competenze e radicamento sul territorio che il Corpo garantisce”. Un primo punto di partenza della riorganizzazione, osserva il ministro, “può essere accorpare tutte quelle strutture che svolgono la stessa funzione, come le polizie provinciali, poi siamo pronti alla discussione”. Intanto risalta il ruolo di primo piano che il Cfs sta svolgendo nei controlli nella Terra dei Fuochi, con una task force guidata da Patrone che coinvolge soggetti di diversi ministeri e della Regione Campania. Guardando ai vari ambiti di intervento, per quanto riguarda la tutela del territorio, paesaggio e difesa del suolo i reati accertati nel primo semestre sono stati 1.902 (+14% rispetto sul pari periodo 2013), le persone denunciate 2.329 (+21,9%), i sequestri penali 352 (+23,9%) e 16 gli arresti. Gli illeciti amministrativi sono stati 5.782 (+9,5%), per un importo notificato di circa 4 milioni di euro (-20,8%). Intensa l’attività svolta anche sul fronte del traffico illecito di rifiuti dove spicca la problematica dei rifiuti speciali e soprattutto dei rifiuti pericolosi di origine industriale. Nel settore i reati fino ad ora accertati sono stati 1.139 (+25,2%), le persone denunciate 1.269 (+33,6%), i sequestri penali 406 (+21,9%). 2.070 gli illeciti amministrativi (+20,3%), per un importo notificato di 5,57 milioni di euro (+72,7%). Per quanto riguarda la lotta alla contraffazione agroalimentare, 4.000 i controlli effettuati, 130 le persone denunciate, 800 sanzioni amministrative elevate, per un importo complessivo di 1.400.000 euro. Infine, il capitolo incendi nei boschi. Da rilevare – sottolinea il Cfs -, complice l’estate piovosa, una sensibile riduzione del fenomeno rispetto al quinquennio precedente, soprattutto in alcune regioni, con una riduzione del 66% della superficie totale bruciata. (di Cristina Latessa – ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.