Foreste, chimica, africani e volontariato: cosi’ sara’ declinato il 2011 secondo l’Onu

Un nuovo anno per nuove celebrazioni. L’assemblea Generale delle Nazioni Unite ha preso diverse decisioni, proclamando il 2011 anno internazionale delle Foreste ma anche della Chimica, del volontariato e delle persone con origini africane. In questo ultimo caso, l’obiettivo dell’ ONU e’ intensificare le iniziative nei singoli paesi insieme alle misure di cooperazione regionale e internazionale in favore delle persone con origini africane, per garantire loro il pieno godimento dei diritti economici, culturali, sociali, civili e politici, una piena partecipazione e integrazione politica, economica, sociale e culturale nella società e per promuovere una migliore comprensione e un maggiore rispetto per la diversità del loro patrimonio culturale.
Ma il 2011 (su richiesta dell’Etiopia) sara’ anche l’ Anno Internazionale della Chimica: lo ha proclamato l’ONU affidando la responsabilità dell’evento all’UNESCO, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura, e a IUPAC, l’Unione Internazionale della Chimica Pura ed Applicata. Uno degli appuntamenti che le Nazioni Unite hanno creato nell’ambito del decennio dedicato all’educazione allo sviluppo sostenibile fino al 2014. In particolare, le attività nazionali e internazionali che si svolgeranno nel 2011 saranno incentrate sull’importanza della chimica nella preservazione delle risorse naturali. Le trasformazioni molecolari sono essenziali alla produzione di cibo, medicine, carburante, e innumerevoli manufatti e prodotti. Il 2011 sarà un’occasione per il mondo per celebrare l’arte e la scienza chimica e il suo contributo fondamentale alla conoscenza, alla tutela dell’ambiente e allo sviluppo economico. E’ stata l’Etiopia a proporre la risoluzione con cui si chiedeva l’istituzione dell’Anno celebrativo delle conquiste della chimica e del suo contributo al benessere dell’umanità. Nel 2011 si celebra anche il centesimo anniversario dell’assegnazione del Nobel per la chimica a Maria Curie: un’opportunità per celebrare il contributo delle donne alla scienza.
Ma proprio un tema ambientale si associa ad un altro anno di eventi: l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha adottato una risoluzione proclamando il 2011 Anno Internazionale delle Foreste (AIF), per sostenere l’impegno di favorire la gestione, conservazione e lo sviluppo sostenibile delle foreste di tutto il mondo.Le foreste assicurano rifugio alle persone e habitat per la biodiversità, sono sorgente di alimenti, di medicinali e di acque pulite e svolgono un ruolo fondamentale nel mantenimento climatico e ambientale di tutto il globo. Le attività economiche legate alle foreste influiscono sulle condizioni di vita di 1 miliardo e 600 milioni di persone nel mondo, sono fonte di benefici a livello socio culturale e costituiscono il fondamento del sapere delle popolazioni indigene. Tutti questi elementi presi insieme rinforzano il messaggio che l’ONU vuol dare che le foreste sono vitali per la sopravvivenza e il benessere di tutta la gente del mondo. Per celebrare l’Anno Internazionale delle Foreste l’ONU stimola le attività che favoriscono lo scambio di conoscenze sulle possibili strategie per favorire una gestione sostenibile delle foreste.
Altri eventi-appuntamenti legati al tema, cui si faranno parte attiva anche i vari Parchi Italiani, e’ rappresentata dalla manifestazione per il mantenimento del clima (a metà settembre ) in cui si celebrera’ la “Giornata Internazionale sulla Protezione della Fascia di Ozono Atmosferico”, per la conservazione della biodiversità (eventi speciali saranno il 22 maggio, Giornata della Biodiversità, il 5 giugno, Giornata Mondiale dell’Ambiente, in agosto, in occasione delle “notti europee” dedicate ai pipistrelli e alle farfalle notturne, portando il tema delle foreste nelle scuole durante la Giornata Mondiale dell’Habitat).
Senza trascurare il ruolo gastronomico dei nostri boschi, in occasione di feste popolari di grande richiamo, con mostre micologiche primaverili e autunnali.
Infine la decisione attesa da tutti gli operatori del settore: il Consiglio dell’Unione europea ha formalmente approvato l’iniziativa con il nome di “Anno Europeo delle Attivitá Volontarie che promuovono la Cittadinanza Attiva”‚ Nel 2011 verrà infatti celebrato anche il 10° anniversario dell’Anno Internazionale del Volontariato delle Nazioni Unite che nel 2001 dimostrò l’alto livello di attenzione dall’opinione pubblica per i volontari e il loro contributo alla società.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.