Frantoiani associati

Fare sistema nella qualita’, e’ l’imperativo anche nel mondo dell’olio e dell’ulivo, e cosi’ due associaizoni di frantoiani italiani si stanno organizzando in un’unici organismo : si tratta di Aifo e For , che danno cosi’ vita al primo polo della trasformazione d’eccellenza in Italia. “Un passaggio obbligato dalla globalizzazione dei mercati, ma sostenuto da una scelta convinta di voler determinare il cambiamento e non di subirlo”. Afferma Piero Gonnelli presidente dell’Aifo . Ridurre i costi, valorizzare i sottoprodotti di lavorazione, innovare, queste le parole d’ordine di un settore che vede in Italia circa 6mila distribuiti da Nord a Sud (oltre il 50% è tra Puglia, Calabria e Sicilia dove si produce oltre il 75% dell’intera produzione olivicola nazionale) . “Per fare un passo in avanti occorre farne prima due indietro”, cosi’ Sebastiano Paladino presidente del For annuncia di voler sostenere la fusione con l’Aifo per “agevolare la costituzione di una nuova organizzazione, unitaria, articolata e decentrata sul territorio; autorevole e rappresentativa con le istituzioni politiche regionali, nazionali e sovranazionali, che sia momento di sintesi nei confronti della politica e di dialogo con i consumatori”. Dopo il varo della nuova legge europea sull’etichettatura e la nascita in Italia di I.O.O.% qualità italiana il primo consorzio di filiera tutta agricola e italiana, ispirato da Unaprol, il sistema della trasformazione si adegua anche nei numeri e punta a migliorare il sistema della trasformazione di qualità del vero prodotto italiano. “Siamo di fronte ad un grande cambiamento. Afferma Massimo Gargano. Il frantoio del terzo millennio sarà sempre più impresa artigiana di produzione, servizio e marketing capace di assolvere ad una funzione culturale sociale, ma anche etica; perché il frantoio in quanto tale rappresenta il motore di una micro economia locale che dà valore ad un prodotto e crea ricchezza diffusa sul territorio”. Su oltre 6mila frantoi, di cui circa 5mila operanti ogni anno in Italia, l’alleanza Aifo-For metterà a sistema una rete di oltre 2.150 impianti in tutta la penisola.

Tags: , ,

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.