“Frigo a spreco zero”. Al via la prima edizione del concorso per le scuole di Bologna

Segrè AndreaOgni anno lo spreco alimentare domestico costa agli italiani 8,7 miliardi di euro: una cifra vertiginosa, che deriva dallo spreco settimanale medio di circa 213 grammi di cibo gettato – perché considerato non più edibile – al costo di 7,06 euro settimanali a famiglia e 2,71 euro procapite. Il dato sullo spreco domestico emiliano romagnolo medio procapite, per settimana, è pari a 2.64, in linea dunque con quello nazionale, come registrato nel Rapporto 2013 sullo spreco domestico di Waste Watcher, l’Osservatorio sugli sprechi di Last Minute Market / Swg che evidenzia nell’Emilia Romagna un forte legame alle tradizioni culinarie: più che altrove, l’acquisto di prodotti che poi non piacciono è fonte di generazione di spreco alimentare (10,3% contro 6,2%). Per contro ci sono meno “accumulatori ossessionati” (3.3% vs 8.4%): la paura di non aver abbastanza cibo sembra proprio non essere tipica dell’Emilia Regione.
Impedire lo scriteriato spreco di cibo è possibile, sviluppando consapevolezza sulle proprie scelte alimentari e sull’impatto ambientale nascosto dietro di esse. E’ questa la sfida di “Frigo a spreco zero”, il concorso per le scuole che il Comune di Bologna presenterà, in collaborazione con Last Minute Market, durante la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (SERR 2013, 16-24 novembre), con due testimonial d’eccezione: Andrea Segrè, fondatore e presidente di Last Minute Market, guru della lotta allo spreco, e Massimo Cirri, conduttore di Caterpillar – Radio2 Rai.
Il lancio di “Frigo a spreco zero” sarà infatti siglato dalla lezione-spettacolo – PRIMO: NON SPRECARE, una vera e propria conferenza scenica di e con Andrea Segrè e Massimo Cirri. L’evento, aperto a tutta la cittadinanza, è in programma sabato 16 novembre, alle 16, nell’Auditorium Biagi di Sala Borsa. Durante lo show Cirri e Segrè citeranno molti dati sullo spreco in Italia. Numeri da capogiro nascosti dietro la grande distribuzione o, anche, tra le quattro mura delle nostre case. Solo parlando di cibo, infatti nel nostro Paese si getta nella spazzatura il 17% dei prodotti ortofrutticoli comprati, il 15% di pesce, il 28% di pasta e pane, il 29% di uova, il 30% di carne e il 32% di latticini, producendo una perdita per famiglia di quasi 1.700 euro l’anno. Inoltre, sprecare cibo ha un pesante impatto sull’ambiente: significa gettare risorse naturali ed energia, producendo rifiuti che a loro volta, per essere smaltiti, provocheranno un’ulteriore spreco di risorse. Cirri e Segrè durante il loro spettacolo metteranno a fuoco un nuovo tipo di partecipazione politica, raccontando e suggerendo i comportamenti che ogni cittadino, ogni giorno, può mettere in pratica per riuscire a “vivere a spreco zero”.
Il concorso “Frigo a spreco zero” si inserisce nella campagna “Un anno contro lo spreco” promossa da Last minute market, alla quale ha aderito anche il Comune di Bologna con la sottoscrizione di Carta Spreco Zero. All’incontro di sabato in Sala Borsa sarà presente Patrizia Gabellini, assessore all’Ambiente del Comune di Bologna. “Frigo a spreco zero” è rivolto ai bambini e ai ragazzi di Bologna: agli studenti bolognesi si chiederà di ragionare sullo spreco alimentare partendo da un oggetto simbolo, il frigorifero, elemento domestico e quotidiano e icona del nostro rapporto col cibo. I ragazzi dovranno realizzare un racconto utilizzando qualsiasi linguaggio (racconto testuale, illustrazione, prodotto audio-visivo, fumetto, performance o altro) o ideare un’attività pratica che, a partire da un frigorifero, riesca a spiegare la lotta allo spreco ai loro coetanei o agli adulti per aumentare la diffusione del tema al resto della cittadinanza. La missione che si affida ai docenti di Bologna è quindi quella di trasformare i ragazzi in una moltitudine di testimonial in grado di diffondere consapevolezza all’intera città. Gli elaborati saranno esaminati da una giuria di esperti in grado di valutarne il valore sociale, scientifico, pedagogico e creativo. Ad ogni classe partecipante sarà riconosciuto pubblicamente lo status di “classe a spreco zero”. Le iscrizioni saranno aperte per tutta la Settimana dei rifiuti (16/23 novembre), mentre ci sarà tempo fino al mese di giugno 2014 per la produzione degli elaborati. Una consulenza permanente sarà garantita alle scuole partecipanti attraverso la Show-Room Energia e Ambiente, il Centro di educazione e informazione ambientale del Comune di Bologna. Linea diretta coi docenti: showroomaldini@comune.bologna.it / tel 0514156272

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.