Frodi: e’ boom di sequestri ma gli italiani si difendono grazie ai cibi locali

carabinieri
Oltre 34 milioni di chilogrammi di prodotti sequestrati dai Carabinieri per la Tutela della Salute (Nas) (+142% rispetto al 2007) per un valore di 160 milioni di euro (+32%). Il risultato dell’Ispettorato per il controllo della qualita’ dei prodotti e’ di 181 milioni di euro, di cui 172 milioni solo nel settore vitivinicolo. Sono queste le cifre principali che emergono da ‘Italia a tavola 2009′ l’indagine condotta dal Movimento difesa del cittadino e Legambiente, sulla sicurezza alimentare Made in Italy. Sono state scoperte ad esempio tonnellate di insaccati invasi da parassiti, formaggio avariato riciclato e spacciato per buono, prodotti ittici congelati scaduti o in cattivo stato di conservazione, ma anche tanti prodotti contraffatti spacciati per made in Italy. Per la prima volta infatti, il rapporto, giunto alla sesta edizione, ha preso in considerazione anche l’attivita’ dell’Agenzia delle Dogane che, con i suoi 53 mila interventi, ha scoperto oltre 13 milioni di cibi importati per un valore di 8 miliardi di euro.
Intanto anche i cittadini si attivano in prima persona per difendersi dai rischi alimentari. Quasi il 64% della popolazione italiana, infatti, sceglie cibi locali che subiscono minori elaborazioni e offrono maggiori garanzie di freschezza e genuinita’, contro il rischio delle frodi. Lo rivela un’ analisi della Coldiretti/Swg da cui si evidenzia che ”l’acquisto diretto dal produttore e’ l’unica forma di distribuzione commerciale che ha registrato una crescita battendo nell’alimentare negozi, hard discount e ipermercati nel 2008”. Gli acquisti diretti dagli agricoltori, sottolinea l’organizzazione, sono cresciuti dell’8% raggiungendo il valore di circa 2,7 miliardi di euro destinati per ben il 43 per cento all’acquisto di vino in cantina, mentre il 23 per cento va per l’ortofrutta, il 12 per cento per i formaggi, il 7 per cento per carni e salumi, il 6 per cento per l’olio di oliva e il 5 per cento per le piante ornamentali. Si tratta di un fenomeno in controtendenza rispetto alla crisi generale ”spinto – secondo Coldiretti – dalla crescente attenzione alla sicurezza del cibo”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.