Frutta e latte nelle scuole: da Ue intesa di massima

frutta3

Un’intesa di massima per la distribuzione di frutta e latte nelle scuole è stata raggiunta dai ministri dell’Agricoltura dell’Ue, oggi a Bruxelles. Lo ha annunciato il presidente Lussemburghese dell’Ue, Fernand Etgen, ricordando che è stato necessario il lavoro di “ben tre presidenze” tra cui quella italiana, per riuscire a raggiungere un compromesso con il Parlamento europeo. Sulla questione si riuniranno mercoledì 16 dicembre, i rappresentanti dei 28 Stati membri a livello tecnico (Comitato speciale agricoltura) per formalizzare il regolamento. “Questa proposta è una grande opportunità per l’Italia – ha dichiarato il sottosegretario Giuseppe Castiglione, che oggi ha partecipato ai lavori in Consiglio – perché ci consente, da una parte, di continuare l’esperienza della distribuzione di frutta e verdura nelle scuole e dall’altra avremo uno schema nuovo sul latte”. In particolare – ha aggiunto – “sono soddisfatto in quanto sono state recepite le richieste dell’Italia sull’inserimento dei formaggi, sulla possibilità di indirizzare la scelta verso prodotti di qualità e sui criteri di assegnazione delle risorse per il latte che sarà effettuato anche tenendo in considerazione il numero degli alunni e non solo il criterio storico (legato al passato di ogni Paese Ue ndr). Per Castiglione adesso è fondamentale attivare a livello nazionale le strategie per i due schemi che siano celeri, semplificate ed efficienti, tali da rispondere agli obiettivi condivisi oggi”. Il ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali ricorda in un comunicato che il nuovo schema per la distribuzione di frutta e latte nelle scuole primarie, per gli alunni di età compresa tra sei e dieci anni, “può contare su una dotazione finanziaria complessiva a livello comunitario di 250 milioni di euro annui”. La proposta prevede anche “misure di accompagnamento mirate a sensibilizzare le nuove generazioni sulla necessità di un’alimentazione sana ed equilibrata e alla conoscenza delle realtà agricole legate ai comparti dell’ortofrutta e del latte”. Per quanto riguarda il settore lattiero-caseario, sarà possibile applicare uno schema innovativo con possibilità di fornire agli istituti scolastici latte, formaggi e yogurt attivando misure di accompagnamento in grado di stimolare tra gli alunni il consumo dei prodotti lattiero caseari”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.