Futuragra: dopo il no delle Regioni la parola passa a Galan

La decisione della Conferenza Stato-Regioni di non occuparsi dei piani di coesistenza tra colture convenzionali, biologiche e OGM, malgrado i ripetuti inviti del Ministro Galan, è grave ma paradossalmente consentirà di accelerare l’ingresso delle biotecnologie in Italia. La clausola di salvaguardia invocata dalla Conferenza è infatti inapplicabile come il Ministro Galan aveva già avuto modo di chiarire in più occasioni invitando le Regioni a collaborare. ‘Le Regioni hanno fatto la loro scelta e hanno deciso ancora una volta per il rinvio – ha commentato Duilio Campagnolo, Presidente di Futuragra – . E’ finito il gioco delle responsabilità, adesso la parola passa al Ministro Galan che siamo certi manterrà i suoi impegni e farà in modo che il dettato delle direttive europee e l’inequivocabile sentenza del Consiglio di Stato siano finalmente applicate. Gli agricoltori italiani aspettano da anni questo momento e a questo punto possiamo ragionevolmente pensare che la prossima semina potrà essere, per chi crede nell’innovazione, una semina ogm”.
“Si sta nuovamente privilegiando il pregiudizio piuttosto che la presa di posizione lucida e basata su dati di fatto, che dovrebbe caratterizzare le scelte politiche”. Così Confagricoltura critica il comportamento delle Regioni che, ”per l’ennesima volta rinviano ogni decisione non affrontando il problema, mentre hanno il preciso obbligo di farlo e non indicano nemmeno argomentazioni per invocare la clausola di salvaguardia che ha bisogno come presupposto di solide motivazioni scientifiche per evidenziare l’ipotetico danno alla salute e/o all’ambiente dalla coltivazione di Ogm”. Ad avviso di Confagricoltura, ”le Regioni si trincerano dietro una voglia di ‘Ogm free’ che non solo non ha basi scientifiche ma continua a danneggiare i maiscoltori italiani che ogni anno perdono oltre 300 milioni di euro tra mancati ricavi e maggiori costi. E la ricerca resta bloccata”.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.