Galan “Se mi tolgono il Ministero è un torto”

”Se mi togliessero da qui lo considererei un torto”. Cosi’ il ministro dell’Agricoltura Giancarlo Galan difende il suo dicastero in una intervista a Repubblica, in cui precisa: ”Se verro’ sostituito nell’incarico di ministro si sappia fin da ora che non l’ho chiesto io”. Galan punta a coprire il suo incarico per tutta la legislatura: ”ho impostato un lavoro e intendo portarlo a termine”, dice riferendosi in particolare al lavoro con i colleghi europei e americani per ”il nuovo piano dell’agricoltura”, progetto ”a livello mondiale”, che ”dovrebbe partire nel 2013”. Sui rapporti con gli esponenti leghisti, il ministro fa i suoi distinguo: ”con molti leghisti, come Giancarlo Giorgetti, ho un buon rapporto”. ”Qualcuno – aggiunge – si e’ arrabbiato perche’ ho criticato qualche spesa fatta dal mio predecessore”, l’attuale governatore veneto Zaia, ma ”pagare 6 milioni di sponsorizzazione all’Alitalia perche’ sui voli intercontinentali distribuisca un menu’ italiano e’ un po’ esagerato”. Poi sulla questione delle quote latte sottolinea: ”chi ha sbagliato deve pagare, le multe delle quote latte vanno versate”. ”Stravagante” la richiesta dell’Agea: ”gli allevatori morosi sono fuori dalla legge”.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.