Galan, dalla Pac all’etichetta il Parlamento è unito per tutelare il settore


Con il si’ bipartisan dell’Aula della Camera alle mozioni relative ad iniziative in materia di riforma della politica agricola comune ”si e’ ripetuto quanto successo con il voto unanime sulla legge per l’etichettatura trasparente”. Lo afferma il ministro delle politiche agricole Giancarlo Galan, nel ”rinnovare il mio grazie a un Parlamento che spesso opera in modo unitario negli interessi della nostra agricoltura”. ”La discussione della riforma della politica agricola comune (Pac) in Europa e’ l’impegno piu’ importante che ci attende nei prossimi mesi – osserva Galan -. Al centro ci sono temi come l’ammontare delle risorse che dovranno essere assegnate all’agricoltura italiana, il criterio di ripartizione dei fondi tra i vari Paesi e soprattutto cio’ che ha a che vedere con l’effettiva possibilita’ per l’Italia di evitare il ridimensionamento della spesa agricola, questione che e’ tuttora sul tavolo del negoziato europeo”. ”Sono certo – prosegue il ministro – che un documento tecnico venga ultimato entro febbraio al fine di coinvolgere le delegazioni degli altri Stati membri e gli europarlamentari in tempo utile per poter incidere sulla proposta legislativa che verra’ definita dalla Commissione all’inizio del secondo semestre del 2011. Ecco perche’ il prossimo 22 febbraio il ministero ha stabilito si tenga il Forum sulla ”Pac verso il 2020”, per discutere su come rispondere a questioni fondamentali quali l’alimentazione, le risorse naturali e l’uso, nonche’ la tutela, dei territori”. ”Si sappia fin d’ora – conclude Galan – che una sostanziale riduzione del plafond destinato alla nostra agricoltura e’ inaccettabile, se si considera che attualmente l’Italia, pur realizzando il 12,5% della produzione lorda vendibile ed il 17% del valore aggiunto dell’Unione, riceve soltanto il 10% della spesa agricola comunitaria a fronte di un contributo italiano al bilancio dell’Unione del 13,5% con conseguente saldo negativo, per il capitolo agricolo, del 3,5%”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.