Caro gasolio, in Toscana sono pronte manifestazioni di protesta

serra4
E’ ormai drammatica in Toscana la situazione nella quale versano centinaia di imprese agricole, floricole e vivaistiche che producono sotto serra. Lo denuncia la Cia Toscana, pronta a ”nuove forme di protesta”, dopo i recenti aumenti del gasolio.
L’andamento stagionale caratterizzato da basse temperature, si legge in una nota, ha reso necessario intensificare il ricorso al riscaldamento delle serre, con il conseguente aumento di consumi di carburanti. All’aumento dei consumi, e quindi dei costi, si aggiunge il permanere dello stato di totale incertezza nel quale operano ormai da mesi le imprese agricole e i loro abituali fornitori di carburanti.
”E’ una situazione ormai divenuta inaccettabile – afferma Valentino Vannelli, vicepresidente di Cia Toscana – alla quale occorre porre rimedio se non si vuole che le imprese finiscano per indebitarsi ulteriormente, o per chiudere”.
Dopo aver ricordato le tappe della vicenda e la circolare dell’Agenzia delle Dogane che ha consentito alle ditte fornitrici di gasolio agricolo di effettuare ”le forniture senza praticare l’agevolazione”, mentre il Governo confermava le agevolazioni per il 2009, Vannelli definisce ”la situazione insostenibile” e spiega che ”se non interverranno novita’ l’agevolazione sembra scomparsa dalle carte governative, col risultato che, ancora una volta, sara’ l’agricoltura a fare le spese delle inefficienze del Governo”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.