Gb: aperta inchiesta su latte prodotto da eredi di mucche clonate

L’agenzia per gli standard alimentari britannici ha avviato un’indagine sulla produzione non autorizzata di latte proveniente dalla progenie di mucche clonate, in seguito alla denuncia riferita da un quotidiano americano. E’ stato il New York Times a pubblicare, il 29 luglio, le confessioni di un anonimo produttore britannico di latticini il quale ha ammesso di utilizzare mucche nate da genitori clonati per la sua produzione quotidiana. Rapida la risposta della Food Standard Agency che, riferisce la stampa britannica, ha detto di non aver autorizzato nessuna produzione di latte da animali i cui genitori sono nati in seguito a clonazione. La notizia ha creato scalpore. L’Unione Europea proprio il mese scorso ha votato a favore di una proposta di legge che metterebbe al bando i cibi e la carne prodotti da animali clonati e che, se superera’ anche il prossimo scrutinio a settembre, potrebbe entrare presto in vigore.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.