Gelate: ritardi burocratici e assicurazioni a rischio

“Ritardi burocratici rischiano di portare a un ritardo nella chiusura delle trattative tra i Consorzi di difesa e le compagnie di assicurazioni, con conseguente, improponibile per gli agricoltori, ritardo nell’apertura della campagna assicurativa 2011”.
Questa la conclusione di una lettera spedita dalle Associazioni regionali dei Condifesa dell’Emilia Romagna alla Cia di Imola nella quale si mette in evidenza un problema reale già più volte evidenziato dagli agricoltori che, preoccupati per il possibile arrivo delle gelate di fine febbraio inizio marzo, non hanno la possibilità di firmare un accordo assicurativo perché le compagnie non hanno ancora predisposto definitive norme contrattuali. I Consorzi di difesa, da parte loro, hanno sollecitato le assicurazioni di “procedere all’adeguamento contrattuale e all’elaborazione tariffaria in tempi rapidi per poi procedere alla sottoscrizione dei contratti e dare corso alla sottoscrizione delle polizze da parte dei produttori agricoli prima dell’imminente insorgenza dei rischi per le loro produzioni”. Questo, però, non soddisfa il Vicepresidente della Cia regionale e Presidente della Cia di Imola Massimo Pirazzoli che, pur riconoscendo il lavoro di tutte le parti, è seriamente preoccupato delle possibili conseguenze. “Nessuno si rende conto – dice Pirazzoli – di cosa potrebbe significare la mancata possibilità di sottoscrivere un’eventuale assicurazione in tempi utili. Nessuno capisce che si mette a rischio il bilancio delle famiglie degli agricoltori già pesantemente compromesso. Da giorni, ormai, i nostri associati affollano gli uffici per chiedere spiegazioni e i tempi sono maturi per dare risposte concrete”. Risposte che, però, dovrebbero essere date con tempistiche già prevedibili. “Ogni anno la situazione peggiora – aggiunge Pirazzoli – Occorre iniziare per tempo la discussione e gli accordi tra le parti. Il problema delle gelate è un’ eventualità conosciuta da anni dagli agricoltori ma ormai nota anche alle assicurazioni, perché allora non provvedere per tempo agli aspetti burocratici necessari?” Nella speranza di una risoluzione immediata del problema Pirazzoli ha sollecitato l’assessore regionale all’agricoltura Tiberio Rabboni e il Presidente regionale della Cia, Antonio Dosi che ricopre anche il ruolo di Vicepresidente regionale dell’Asercodi.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.