Genova propone pesto col mortaio patrimonio dell’umanità

pesto genoveseIl pesto al mortaio della più antica tradizione genovese si candida a diventare patrimonio culturale ‘immateriale’ dell’umanità. La candidatura da presentare all’Unesco è stata annunciata oggi al Palazzo della Borsa a Genova dai promotori, in testa l’associazione Palatifini che da 7 anni organizza un affollato e combattuto campionato mondiale di pesto al mortaio. La procedura per l’ammissione prevede la mediazione e l’intervento dello Stato, attraverso i ministeri dei Beni Culturali e dell’ Agricoltura, la più vasta adesione possibile di enti pubblici territoriali e il massimo coinvolgimento delle comunità locali. “Abbiamo già avuto contatti con il ministero dei Beni Culturali, che curerà la pratica, e un responso di interesse che ci ha incoraggiato ad andare avanti – ha spiegato Roberto Panizzi di Palatifini -. Non sarà semplice, ci serve l’appoggio di tutti i genovesi e i liguri, ma sarà una bella avventura”. “L’obiettivo è fare diventare patrimonio Unesco la tecnica di lavorazione al mortaio. Vengono tutelati, in questo caso, i beni antropologici e, quindi, la tecnica di preparazione che si sta perdendo nella sua versione tradizionale, che è quella che vogliamo salvare”. Si tratta di un percorso che arriva in un momento simbolico, alla vigilia dell’Expo 2015 di Milano e che permetterà di amplificare la promozione del territorio: “Pensiamo che con Expo – ha sottolineato Carla Sibilla, assessore al Turismo del Comune di Genova – potremo avere grande visibilità, dare un’accelerata anche a questo processo e valorizzare al massimo uno dei nostri patrimoni, il pesto”. La chiamata a raccolta è guidata dalla Camera di Commercio di Genova che punta su questa iniziativa per la promozione turistica del territorio. “Il pesto e’ il simbolo dell’ operatività ligure – ha sottolineato il presidente Paolo Odone – della difficoltà dell’agricoltura, della tenacia dei liguri. Le Camere di Commercio hanno già fatto azioni forti per promuovere i siti Unesco, Mirabilia, attraverso il quale presentiamo percorsi turistici con 12 città siti Unesco e il pesto rientra in questa idea”. Intanto il campionato del mondo di Pesto al Mortaio potrà diventare uno degli eventi del Padiglione Italia all’Expò. “Ho proposto di inserirlo tra gli eventi organizzati direttamente dal Padiglione Italia – ha annunciato l’assessore al Turismo della Regione Liguria, Angelo Berlangieri – e questo servirà per mettere al centro dell’attenzione una delle tipicità del nostro territorio e aiutare la candidatura a patrimonio dell’Unesco, con una forte operazione di promozione territoriale”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.