giallo mimosa, fiore e menu’

Giallo,il colore della festa della donna: il fiore la mimosa, gli ingredienti in cucina uova, zafferano, maionese, mais, limone per i drink, e per dolce la torta mimosa che via abbiamo apena descritto, ma anche fiori dalla viola alla primula . Insomma a tavola si puo’ far festa se persistono problemi, scarsa quantita’ e alti costi per il fiore tradizionale dell’8 marzo, la mimosa , la cui produzione italiana è crollata di circa il 40% a causa dell’ondata di freddo e gelo , anche se la qualita’ e’ definita eccellente.
Secondo Coldiretti, a differenza del passato, le mimose per la festa della donna 2010 saranno puntualissime proprio perché le temperature rigide ne hanno ritardato la fioritura e non hanno dovuto essere conservate in frigorifero, inoltre proprio grazie alla raccolta tardiva e alla proverbiale delicatezza del fiore, che non lo rende adatto alla conservazione ed al trasporto, gli acquisti di mimosa saranno sicuramente made in Italy. A causa dell’ondata di gelo e della abbondante caduta della neve anche a livello del mare, che hanno colpito la riviera ligure di ponente, sono state danneggiate le coltivazioni nell’entroterra e ritardata la fioritura di circa tre settimane nella fascia costiera, ed i prezzi sono leggermente aumentati alla produzione (9 euro al chilo rispetto ai 7 euro del 2009). Questi lievi aumenti non dovrebbero comunque influire sul prezzo al dettaglio visto che la mimosa viene acquistata al commercio a chilo e poi rivenduta ai cittadini in ramoscelli i cui prezzi variano dai 5 ai 10 euro, valori molto lontani da quelli riconosciuti agli agricoltori.
E’ nel 1946 che la mimosa diviene il simbolo della festa della donna perché sboccia in questo periodo ed assume il significato di autonomia e libertà. Un fiore che dietro una fragilità apparente mostra una grande forza con la capacità di crescere anche in terreni difficili. Per conservare l’omaggio – conclude la Coldiretti – si consiglia di tagliare quanto prima gli steli che devono rimanere per due ore in acqua pulita e inacidita con due gocce di limone. Vanno quindi collocati in piena luce e mantenuti in ambiente fresco e umido perché la mimosa rilascia molta acqua attraverso la traspirazione e bisogna evitare che la grande perdita di liquidi faccia seccare rapidamente il fiore. proposito: la mimosa è simbolo di resurrezione e di vittoria. L’acacia, che per lo più viene regalata l’8 marzo ha gli identici significati a cui si sommano l’immortalità, è un simbolo prettamente femminile.
Nell’antica Roma, le feste dedicate alle donne erano tantissime. Sì, erano dedicate a qualità specifiche della donna quale moglie e quale madre, ma a fronte della moderna giornata, loro ne avevano sette. Per essere trattate più o meno nello stesso modo, se proprio vogliamo lamentarci, ci abbiamo rimesso.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.