Giornata mondiale del gatto: esplode la “cat-mania” del 17 febbraio

Li hanno amati scrittori , artisti e poeti, li hanno venerati designer e stilisti, animano le pagine e le storie di romanzi e racconti, sono i compagni fidati dell’uomo : ed ecco che non poteva mancare di fronte a tanta “cat-mania” una giornata speciale dedicata proprio a loro. Nasce cosi’ la Giornata mondiale del gatto, l’ormai celebre World Cat Day che ricorre il 17 febbraio, ormai da 27 anni.
La data fu scelta nel 1990 attraverso un sondaggio della rivista Tuttogatto che ha eletto come mese favorito febbraio, mese dell’Acquario, ovvero degli spiriti liberi, e delle streghe, creature magiche come i gatti, mentre il 17 (1×7) ricorda le sette vite di cui questi felini godono.
Secondo il rapporto Eurispes, un italiano su 3 ha un animale domestico, e la meta’ e’ rappresentata dai felini , che raggiungono quota 8 milioni.
Quanto alla venerazione extra mura domestiche basta fare alcuni esempi modaioli: i mici fanno capolino su borse, maglie, gonne e camicie delle più importanti maison di moda, dai maglioni di Paul & Joe, agli abiti di Dolce & Gabbana, dalle stampe di Chanel a Gucci. Troneggiano nelle cover per cellulari, sbucano nei gioielli piu’ preziosi (persino la maison di gioielli Thomas Sabo ha dedicato a questi animali una serie di ciondoli in argento sterling 925, impreziositi da diamanti e pietre preziose) , e la nuova tendenza e’ quella di ritrovarli nelle forme degli occhiali.
Il gatto e’ trendy? Certamente si. Lo dimostra anche la diffusione in Italia dei Neko Cafè, emblema della cultura giapponese moderna (letteralmente “Gatto Cafè”): sale da the o bistrot dove, mentre si sorseggia un cappuccino, è possibile coccolare i gatti del locale beneficiando dei vantaggi terapeutici che le fusa hanno sull’umore e sullo stress quotidiano. Ma è da quando il gatto è entrato a far parte della vita dell’uomo che gli artisti hanno cominciato ad immaginare e scrivere di lui.
Protagonista della fiaba Il gatto con gli stivali di Charles Perrault, compagno di vecchiaia di Francesco Petrarca, amico di Collodi, Umberto Eco e Giovanni Pascoli, che gli dedica un sonetto “La Gatta”, protagonista del poema in versi Gattomachia di Lope de Vega e raccontato nei versi di Baudelaire e dalla penna di Shakespeare, il gatto ha sedotto personalità molto lontane, diverse per età, professione e cultura grazie alla sua personalità enigmatica ed indecifrabile e al suo spirito un po’ domestico e un po’ selvatico. Alcuni gatti sono rimasti nella storia del cinema , come il gatto confidente di Audrey Hepburn in Colazione da Tiffany o il personaggio di Catwoman, nato dalla matita dei fumettisti Bob Kane e Bill Finger . Senza dimenticare il grande Marlon Brando, spesso ritratto con i suoi gatti anche nel film Il Padrino, come pure Alain Delon che divise la scena con un micio in Crisantemi per un delitto.
Ma è con i cartoni animati che sono diventati veri e propri personaggi cult: Stregatto, il gattone tigrato di Alice nel paese delle meraviglie, Gli Aristogatti della Disney , Lucifero il gatto della matrigna di Cenerentola, Figaro il micio di Pinocchio, Zorba protagonista de La Gabbianella e il Gatto, le avventure di Tom e Jerry e di Titti e Gatto Silvestro .
Quanto alla musica, indimenticabile La gatta di Gino Paoli fino allo Zecchino d’oro con l’orecchiabile “Volevo un gatto nero” del 1969. È stata una gatta ad ispirare anche la canzone Delilah, successo dei Queen, ed il siamese Sam è stato la musa di Lucifer Sam dei Pink Floyd.
Adorati fin dall’antico Egitto e rivalutati nel Rinascimento dopo l’oblio medievale, oggi e’ l’era del gatto, e questa giornata lo conferma.
Questo 2017 piu’ che mai, con il Cat’s day che cade di venerdi 17: la cabala e’ sfidata!

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.