Giornata mondiale del turismo: Cia, la campagna tiene, ma non senza problemi

Quadro chiaro-scuro per la vacanza enogastronomica italiana: nei primi mesi del 2011 diminuiscono i pernottamenti negli agriturismi italiani (-3% rispetto allo stesso periodo 2010), mentre continua a crescere la ristorazione nelle campagne (+4%). I prodotti tipici del territorio permettono così al settore di combattere gli effetti della crisi economica. E’ quanto sottolinea Turismo Verde, l’associazione agrituristica della Cia-Confederazione italiana agricoltori, in occasione della XXXI Giornata mondiale del turismo dedicata proprio all’enogastronomia. Insomma, nè boom, nè tracollo. “Il settore resta vitale – spiega la Cia – e questo è un risultato importante visti i problemi delle famiglie italiane”. I primi segnali di difficoltà per gli agriturismi italiani, ricorda l’associazione, si erano verificati già nel 2009, per poi acuirsi lo scorso anno con una consistente riduzione delle presenze. Eppure il 2011 si era aperto sotto i migliori auspici, con una crescita delle presenze nel periodo di Pasqua, non riconfermata però dall’estate. E le previsioni per i prossimi mesi, avverte la Cia, non sono del tutto incoraggianti. La crisi sembra aver cambiato il modo di vivere e organizzare le vacanze, sempre più spesso brevi e prenotate all’ultimo. Questa nuova tendenza, spiega l’associazione, evidenzia che la domanda dell’ospite diventa sempre più attenta e che l’imprenditore agrituristico deve diversificare e arricchire l’offerta, puntando in particolare sull’enogastronomia. In termini economici, conclude l’associazione, l’agriturismo rimane comunque un’ isola felice del mondo agricolo, con un fatturato stimato in circa un miliardo di euro. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.