Giornate contro lo spreco, sabato il clou a Bologna

Dopo Margherita Hack, Piergiorgio Odifreddi, Piero Angela, Milena Gabanelli, Mario Tozzi, Dario Vergassola, Vito, Patrizio Roversi, Carmen Consoli e molti altri testimonial, anche il Premio Nobel Dario Fo, suo figlio Jacopo e la moglie Franca Rame, con la loro sottoscrizione della ‘Dichiarazione congiunta contro lo spreco’, hanno aderito alla causa delle ‘Giornate europee contro lo spreco 2011’, promosse dal Last Minute Market, che vedranno Bologna in prima linea in Italia, grazie alle molte iniziative in programma sabato a Palazzo D’Accursio: presentazione del Libro Blu sugli sprechi dell’acqua in Italia, l’illustrazione del Rapporto di iniziativa sul tema in sede europea che impegnerà Paolo De Castro, presidente della Commissione agricoltura del Parlamento europeo, e l’europarlamentare Pd Salvatore Caronna, il pranzo per 500 con cibo di recupero nel cortile d’onore di Palazzo D’Accursio, dalle 12.30. “Pranzo contro lo spreco, ma anche a basso impatto idrico”, precisa Andrea Segré, curatore del progetto e presidente di Last Minute Market. L’edizione 2011 delle ‘Giornate contro lo Spreco’ è infatti dedicata agli sprechi idrici, e l’acqua è un bene prezioso, che incide in modo sensibile sulla spesa settimanale delle famiglie. “Su questo versante l’Emilia-Romagna, con 4,50 euro settimanali rilevati nel mese di maggio, si colloca lievemente al di sopra della media nazionale, che viaggia sui 4,22 euro spesi settimanalmente per l’acqua, pari al 9,41% della spesa alimentare”, precisa Segré. La ricerca si basa sulla dieta tipo di un uomo adulto (2.300 kcal/giorno) e sul consumo medio di un litro e mezzo di acqua al giorno. E il dato risulta ancora più rilevante se paragonato al costo medio di un litro d’acqua fornito dai rubinetti domestici che è pari a circa 0,0015 euro, contro lo 0,40 euro circa di quella in bottiglia da 1,5 litri. Lo spreco dell’acqua si misura anche ‘in campo’, monitorando le colture abbandonate per la cui produzione era stata utilizzata, e dunque sprecata, una grande quantità d’acqua. L’Emilia Romagna, nel comparto ortofrutticolo, “registra una riduzione generale dello spreco in campo: dati recenti osservano però che le colture regionali di ciliegio hanno lasciato il 20,52% della produzione sugli alberi pari a 27.116 tonnellate e quindi a 50.601.206 metri cubi di acqua virtuale impiegata per quella coltivazione. Complessivamente, il residuo in campo del comparto ortofrutticolo in Emilia-Romagna è pari a 105.624 tonnellate, e a 94.618.882 metri cubi di acqua virtuale sprecata”. Ma quanto inquina lo spreco del residuo agricolo complessivo nella provincia di Bologna? Secondo stime di Last Minute Market le stime della cosiddetta ‘acqua grey’ – ovvero l’acqua che viene inquinata nel procedimento per la coltivazione di prodotti agricoli che restano sprecati in campo – ammonta a 3.672.321 metri cubi, pari a 1.148 piscine olimpiche. Per la sola coltivazione del ciliegio si è prodotto 1.919.824 di metri cubi di acqua grey, pari a 600 piscine olimpiche. Per i cavoli la stima ammonta a 186.530 m3, pari a 58 piscine olimpiche. Per le insalate il dato è di 609.310 m3, pari a 190 piscine olimpiche, e per le zucchine si contano 47.329 m3 (15 piscine olimpiche). L’occasione per mangiare a basso impatto idrico arriverà proprio nel week end 14-16 ottobre, contestualmente alla Giornata europea contro lo spreco di Bologna: il pranzo di sabato, realizzato da Camst con cibo di recupero, avrà come piatto bandiera la zuppa di fagioli e patate, individuata per il basso impatto idrico, il forte apporto nutrizionale dei legumi, la stagionalità e tipicità di questo abbinamento. Ma Camst offrirà la chance di mangiare con cibo a basso impatto idrico per tutto il week end, nei suoi venti punti di ristorazione fra il centro storico di Bologna e Ferrara, Bentivoglio, Villanova di Castenaso, Castelmaggiore, Zola Predosa, S. Giorgio di Piano, Funo di Argelato, Casalecchio di Reno, Cà de fabbri, Pianoro.
Info: www.unannocontrolospreco.org. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.