Girolio d’Italia, verso le nuove tappe lungo la penisola


E’ iniziato lo scorso 15 ottobre in Sicilia e si concluderà il 18 dicembre in Trentino, ad Arco il Girolio d’Italia 2011 dedicato ai 150 anni dell’Unità d’Italia e, dopo aver toccato sabato 12 novembre Cartoceto e Monte San Vito nelle Marche, il 19 Trieste in Friuli Venezia Giulia e il 20 Imperia in Liguria, toccherà alla Sardegna, esattamente a Cagliari, ospitare la tappa di metà percorso sabato 26 novembre.

La trasferta insulare della carovana di Girolio d’Italia si pone in coda all’intenso week end che vedrà protagonista Imperia – dal 18 al 20 novembre – non solo con l’olio nuovo a OliOliva, ma anche con i principi basilari della Dieta Mediterranea, di cui si discuterà con i delegati di 15 paesi affacciati sul Bacino del Mediterraneo i quali – tramite la Rete Mediterranea delle Città dell’Olio – avanzeranno all’Unesco la proposta di inserire il Paesaggio Olivicolo Mediterraneo tra i siti patrimonio dell’umanità.

Le Città dell’Olio italiane si riuniranno invece il 26 novembre a Cagliari, dove la tappa del Girolio d’Italia coinciderà con l’annuale assemblea dei Soci dell’Associazione Nazionale Città dell’Olio, che promuove e organizza – in collaborazione con tutti i coordinamenti regionali – il “gustoso” viaggio attraverso le regioni olivetate italiane alla scoperta delle cultivar locali e dell’olio nuovo appena franto secondo i rispettivi tempi di raccolta e molitura che si differenziano da regione a regione. Per il suo alto valore divulgativo e per la forza aggregatrice di intenti a cui ha portato il progetto, mettendo d’accordo 17 regioni italiane, Girolio d’Italia ha ricevuto un importante riconoscimento: l’adesione e il conferimento della medaglia d’argento da parte del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

“Girolio d’Italia rappresenta il “grande evento” di Città dell’Olio – commenta il Presidente dell’Associazione Nazionale di Città dell’Olio Enrico Lupi – pensato per valorizzare al meglio la produzione olivicola nazionale e l’adesione della Presidenza della Repubblica unitamente al conferimento della Medaglia d’argento per l’alto valore divulgativo del progetto conferma la bontà del lavoro svolto finora sui territori olivetati. Non è stato facile mettere d’accordo 17 regioni, ma la buona riuscita della manifestazione fino a questo momento conferma che dalla Sicilia al Trentino, 150 anni dopo l’Unità, l’Italia si riunisce ancora una volta sotto un’unica bandiera, quella delle Città dell’Olio”.

La staffetta attraverso il gusto dell’oro verde, la cultura olivicola e la sua storia nell’Italia unita da 150 anni, unitamente ai suggestivi paesaggi rivestiti d’argento va dunque avanti fino all’appuntamento finale di Arco del 18 dicembre, data in cui si riuniranno tutti i rappresentanti delle Città dell’Olio tappa del Girolio d’Italia 2011. Le prossime tappe toccheranno le Marche con Cartoceto (PU) e Monte San Vito (AN) sabato 12 novembre, il Friuli Venezia Giulia con Trieste sabato 19 novembre, la Liguria con Imperia in contemporanea con il Forum sulla Dieta Mediterranea e OliOliva domenica 20 novembre, la Sardegna con Cagliari il 26 novembre, l’Emilia Romagna con Brisighella domenica 27, l’ Abruzzo con Pescara il 3 dicembre, la Puglia con Andria domenica 4, l’Umbria con Spello giovedì 8 dicembre, il Molise con Campobasso il 10, il Veneto con Cavaion Veronese domenica 11, fino alla Calabria con Cosenza il 17 dicembre prima di concludersi in Trentino il giorno 18.

Ciascuna tappa, ospiterà un momento solenne che coincide con l’intonazione dell’inno nazionale e dell’alzabandiera del doppio vessillo Tricolore e delle Città dell’Olio, a cui farà seguito la firma da parte degli assessori regionali all’agricoltura di tutte le regioni attraversate dal Girolio d’Italia del “testimone” disegnato appositamente dall’artista Ro Marcenaro con le tonalità azzurre del Mare Nostrum e verdi degli oliveti, una grafica divertente e un richiamo al tricolore con le bandierine che identificano le varie Città dell’Olio coinvolte.

Ogni appuntamento avrà poi un calendario personalizzato di eventi collaterati che faranno da scenario al passaggio del Girolio d’Italia, durante il quale si terrà anche l’ultimo atto dell’ufficiale “passaggio di consegne” ovvero l’omaggio da parte della delegazione della tappa precedente di una pianta di olivo della propria cultivar locale, da affidare ad una scuola con lo scopo di promuovere tra i giovani uno scambio di storia e cultura legate all’olio tra le varie regioni.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.