Gli agrumi: da dote di Giunone a tesoro per la salute

agrumi2 Arance, mandarini, clementine, ma anche miyagawa, pompelmi, limoni e bergamotti: il mondo degli agrumi è tanto vasto quanto prezioso per la salute e le origini sono antiche e legate a doppio filo con la mitologia.
Si narra infatti si narra che la dote di Hera (Giunone), andata sposa a Giove, consistesse in alcuni alberelli i cui frutti erano dei meravigliosi pomi d’oro, arance e limoni, simboli della fecondità e dell’amore. Giove preoccupato, che qualcuno potesse sottrarre quel dono prezioso, li custodì in uno straordinario giardino sorvegliato dalle ninfe Esperidi, ma Ercole dopo aver ucciso il drago messo a guardia dei dorati pomi li rubò compiendo così la sua undicesima fatica,
Mitologia a parte, che però spiega il significato augurale che si attribuisce ai fiori d’arancio,
oggi gli agrumi sono i frutti più consumati nel mondo
introdotti in Europa inizialmente a scopo ornamentale le prime coltivazioni in Italia risalgono intorno al 1200 d.C., dove nelle zone più miti della Sicilia e della Calabria vennero impiantate piantagioni di cedro, limone e arancio.
Degli agrumi si usa tutto, in terapia: il calore profumato del legno viene bruciato per riscaldare le case dei malati di bronchi; la corteccia del frutto acerbo per preparazioni galeniche; le foglie, con menta, rosmarino, salvia e fiori di lavanda, per preparare aceto aromatico, alla base di colluttori e gargarismi. La buccia dell’arancio amaro fornisce un’essenza con proprietà toniche e digestive, mentre il succo del limone al mattino curerebbe i calcoli renali e il frutto dell’arancio, ammuffito, veniva un tempo applicato sulle ferite
La scorza, le foglie, parti del fiore e la corteccia forniscono inoltre oli essenziali diversi per ogni pianta; e la più nota è quella del bergamotto preziosa per la profumeria
Gli agrumi insomma hanno proprietà dietetiche, cosmetiche e curative in funzione della vasta gamma di componenti che li caratterizza.
Hanno funzione antiartitrica, disintossicante, digestiva, protettiva dei vasi sanguigni, antiemorragica e diuretica. Il loro contenuto in vitamine, zuccheri, sali minerali e scorie è bilanciato e ottimale rispetto ai bisogni di un organismo, specialmente se in età avanzata e, forse non a caso, l’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro ha scelto le arance da vendere un giorno all’anno sulle piazze d’Italia
A renderli preziosi per la salute è però soprattutto la ricchezza di vitamina C (che agisce sul corpo umano con azione antiscorbutica e antinfluenzale).
Il contenuto è di 40 – 50 milligrammi ogni 100 grammi di parte commestibile ed è preferibile consumare i frutti allo stato fresco perché il maggior apporto si ha quando sono stati appena colti.

Tags:

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.