Gli effetti della manovra sul vino: Coldiretti, denunceremo speculatori


“Si sta ultimando la vendemmia con una delle produzioni più basse degli ultimi anni, circa 42 milioni di ettolitri, -10% rispetto all’anno scorso. Questo, insieme all’aumento dell’Iva dal 20 al 21% per il settore, potrebbe determinare un riposizionamento dei prezzi del vino”. Lo afferma Domenico Bosco, responsabile del settore vino della Coldiretti valutando per gli effetti della manovra sul settore. “Se ci saranno tuttavia aumenti speculativi – dice – verranno denunciati dalla filiera”. Sul mercato nazionale il settore vitivinicolo, il cui export conferma buone performance anche nel primo semestre 2011, ha attualmente un fatturato di 4 miliardi di euro nazionale, ciò significa – prosegue il responsabile di settore della Coldiretti – che l’aumento dell’1% dell’Iva comporta 35-40 milioni di euro di maggior gettito. “Potrebbe esserci un’incidenza sul prezzo finale della bottiglia vino, in tal caso potrebbe verificarsi una diminuzione dei consumi. L’aumento del prezzo potrebbe convincere il consumatore a rinunciare all’acquisto, oppure a scegliere una diversa fascia di prezzo. Al momento – dice Bosco – non abbiamo elementi per poter stimare un impatto importante sui consumi ma certamente l’aumento dell’Iva non aiuterà un settore tra i più dinamici, in forte in espansione”. Bando al rischio di aumenti invece se ci si rivolge alla vendita diretta: “copre una fetta importante del fatturato, tra il 15% e il 20%. In questo caso il produttore tenderà ad assorbire lui stesso l’incremento dell’Iva, non andrà certo a ritoccare 5 centesimi su una bottiglia di 5 euro”.. Diverso il meccanismo legato alla distribuzione: “in questo caso se ci sono aumenti a metterseli in tasca è la distribuzione, non certo il produttore. Va invece stigmatizzato – conclude – l’aumento indiscriminato dell’Iva senza distinguere tra i settori, colpendo anche quei pochi in forte crescita, come il vitivinicolo che fa da traino agli altri e contribuisce a rendere il Pil nazionale meno disastroso”. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.