Gli italiani amano la carne, ma c’è poca cultura in materia

Gli italiani consumano oltre 90 kg a testa di carne ogni anno (Dati Assocarni 2010) ma ignorano spesso cultura e sapere della carne. E’ quanto risulta da un’indagine. E’ quanto emerge da uno studio promosso dalla rivista Vie del Gusto, tramite un sondaggio online che ha coinvolto 1250 uomini e donne italiani di eta’ compresa tra 18 e 55 anni, a cui e’ stato chiesto il loro parere sulla carne e sono state indagate le competenze sull’intero mondo delle carni da macello. Spaesati e confusi da etichette spesso incomprensibili (30%), per gli italiani sono sconosciuti abbinamenti con gli altri cibi (17%) e cotture ideali da praticare (11%). Molta importanza e’ data al prodotto certificato Made in Italy (62%) e nonostante il 26% degli italiani si reputi un vero e proprio esperto del settore, facendo attenzione alla regione di provenienza (29%) o al tipo di taglio (27%) prima di consumarla, rivelano una straordinaria ignoranza sul mondo della carne. Dalle razze ai tagli, dalle cotture alle diverse specialita’ regna il caos e la confusione. E cosi’ il manzo diviene un vezzeggiativo (13%), la chianina una tecnica per cucire (51%), l’asado un partito politico sudamericano (25%), l’angus un cantante scandinavo (19%) e l’entrecote un pate’ (39%).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.